Contenuto sponsorizzato

Il Parco Adamello Brenta si riprende dalle “ferite” di Vaia: “Completato al 100% il ripristino dei sentieri”

Nelle drammatiche notti di fine ottobre, una colata di materiale terroso, piante e massi aveva seminato distruzione lungo il suo percorso, cancellando sentieri e perfino il caratteristico ponte in legno sul Rio Siniciaga. Ad oggi, grazie all’impegno di aziende e istituzioni tutte le opere sono state ripristinate

Pubblicato il - 26 novembre 2019 - 17:35

STREMBO. “Con la conclusione dei lavori in Val Genova e in Vallesinella abbiamo completato al 100% il ripristino dei sentieri” è questo il lieto annuncio fatto dall’ente che gestisce il Parco Naturale Adamello Brenta. Nel corso del mese di novembre infatti, sono state portate a termine due importanti opere in Val Genova e in Vallesinella.

 

Nelle tragiche ore durante le quali la tempesta Vaia imperversò sul Nordest una colata di materiale terroso, piante e massi, scesa dal versante montano, aveva travolto e distrutto vari sentieri e il ponte pedonale in fondo alla Scala di Bo’e un lungo tratto del sentiero Sat O215 che porta in Val Siniciaga, costringendo i funzionari a correre ai ripari. 

 

In particolare nella Val Genova il Sentiero delle Cascate B01, che era stato danneggiato in diversi tratti dalla tempesta Vaia, è stato completamente ripristinato compresa la realizzazione della passerella in legno sul Rio Siniciaga. Per prima cosa si è provveduto a ripristinare il sentiero, un’opera inserita fra quelle ad alta priorità, così già nel giugno 2019 risultava percorribile, tanto da permettere la monticazione della Malga. Ora anche la passerella è stata ricostruita ricomponendo così il Sentiero delle Cascate che conduce alla piana di Bedole. L’opera è lunga circa 20 metri a due campate ed è tutta in legno di larice.

 

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Disgaggi Brenta di San Lorenzo Dorsino, sotto la supervisione dell’Ufficio tecnico ambientale del Parco. In particolare, progettazione e direzione lavori sono stati curati dal geometra Bruno Battocchi con il coordinamento dall’ingegnere Massimo Corradi dell’Ufficio tecnico ambientale del Parco.

 

Gli addetti ai lavori però ricordano che la Val Genova, al momento, è ancora chiusa con ordinanza comunale ma, alla riapertura, il Sentiero delle Cascate sarà interamente percorribile. Con questo intervento, il Parco può dire di avere completato al 100% il ripristino dei sentieri di sua competenza che erano stati chiusi dopo i danni di Vaia. I sentieri danneggiati riguardavano l’intera area protetta per uno sviluppo di oltre 300 chilometri.

 

Al contempo, in Vallesinella, sono stati eseguiti i lavori di finitura programmati per il totale recupero del pascolo di Malga Vallesinella con lo spostamento dei posti auto nelle vicine radure. La strada che costeggia l’attuale pascolo, e che prima collegava i vari terrazzamenti del vecchio parcheggio, è stata pavimentata in selciato di pietra locale.

 

Anche Vallesinella rimane chiusa con ordinanza della Comunità delle Regole di Spinale e Manez a causa delle forti nevicate. Dalla prossima stagione, nel piano di gestione della mobilità turistica, il traffico verrà fermato all’altezza del nuovo parcheggio, e la strada forestale in selciato rimarrà utilizzabile esclusivamente per motivi agro-silvo-forestali, dai regolieri aventi diritto di uso civico, nonché per il raggiungimento delle teleferiche dei rifugi del Brenta.

 

Anche in questo caso, l’opera è stata curata dal Parco con la progettazione e direzione lavori affidati al geometra Giovanni Maffei dell’Ufficio tecnico ambientale, con il coordinamento dell’ingegner Massimo Corradi. L’esecuzione dell’intera opera di spostamento dei parcheggi e ripristino dell’ex pascolo è stata aggiudicata dalla ditta Agliardi Snc di Carisolo che ha così chiuso il cantiere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 dicembre - 05:01

I vertici delle Stelle alpine redigono un documento (all'interno in forma completa) per chiarire un futuro che guarda fino alle prossime provinciali. I paletti per un dialogo sembrano stringenti più per il carroccio che per gli ex alleati. "Differenziarsi dalle visioni dei partiti nazionali e in antitesi ai partiti centralisti, nazionalisti, anti europeisti e a quei leader nazionali che vedono nel Trentino una terra di conquista"

06 dicembre - 10:58

Gli impianti di videosorveglianza, pubblici e privati presenti in zona, hanno permesso di individuare l’autovettura dei due rapinatori. La donna faceva da "palo" mentre il marito bloccava le persone e le minacciava con un coltello 

06 dicembre - 10:17

E' successo nelle prime ore di questa mattina. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco i soccorsi sanitari con l'elicottero e il soccorso alpino. L'uomo ha riportato gravi ferite agli arti inferiori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato