Contenuto sponsorizzato

E' arrivata la zanzara, dal Comune al via alle operazioni di disinfestazione con larvicida su tombini e caditoie

Comune di Trento e NovaReti a partire dai primi di maggio hanno avviato le operazioni di disinfestazione con larvicida microbiologico nelle aree e strade pubbliche. E' importante che la lotta all’insetto sia condotta anche dai privati nelle loro aree

Pubblicato il - 10 maggio 2020 - 12:17

TRENTO. Con i primi caldi stagionali tornano anche loro: le zanzare. Hanno già fatto da giorni la loro comparsa a Trento e sono già tanti i cittadini che se ne sono accorti.

 

Con l'arrivo di questo fastidioso insetto, sono iniziati anche gli interventi per contenerlo. Da inizio maggio, è stato spiegato dal Comune di Trento, in collaborazione con NovaReti, sono state avviate le operazioni di disinfestazione che quest'anno interesseranno anche un'area più ampia.

 

Le disinfestazioni riguardano tombini/caditoie e vengono effettuate a mezzo di larvicida microbiologico nelle aree e strade pubbliche nell'ambito dei centri abitati del fondovalle. Questo genere di attività proseguiranno a cadenza mensile fino ad ottobre.

 

Inoltre il Servizio Gestione Strade e parchi assicura analoghe operazioni di disinfestazione nei parchi e aree verdi ricadenti nell'ambito cittadino. Quest'anno, per la prima volta, la disinfestazione riguarderà anche il centro di Martignano.

 

Particolare importanza ha anche la collaborazione che il Comune di Trento ha con il Muse che attraverso i propri ricercatori tiene monitorata la presenza di zanzare, anche quelle tigre, sul nostro territorio. Nelle prossime settimane è infatti previsto il posizionamento delle ovitrappole. L'operazione, rispetto lo scorso anno e a causa delle restrizioni per il coronavirus che non hanno permesso agli esperti di muoversi, sono in ritardo di qualche settimana. A breve, comunque, prenderanno al via tutte le rilevazioni.


E’ indispensabile, spiegano dal Comune, che la lotta all’insetto sia condotta anche dai privati nelle loro aree. Infatti la mancata manutenzione ordinaria di spazi verdi, tombini e caditoie su suolo privato (dove il Comune non interviene) può vanificare l’attività di disinfestazione operata dall’Amministrazione comunale sul suolo pubblico adiacente.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
27 maggio - 20:30
Dai risultati della ricerca presentata a Innsbruck emerge un chiaro divario tra Nord e Sud dell'Euregio per lo stress fisico, mentre è [...]
Politica
27 maggio - 20:54
Fratelli d'Italia ha voluto lanciare anche in Trentino la staffetta informativa, "Onda Tricolore contro le mafie", promossa dai Dipartimenti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato