Contenuto sponsorizzato

L'orso si era appena svegliato ma il comportamento del bambino è stato esemplare. I tecnici Pat: "Tranquillità ammirevole"

I tecnici del Servizio foreste e fauna hanno elogiato il comportamento tenuto dal bambino e dall'adulto che lo guidava nel video che domenica 24 maggio registrava un incontro avvenuto a Sporminore con un orso. "Approccio curioso del plantigrado, comportamento del bambino e dell'adulto che lo guida esemplare"

Pubblicato il - 25 maggio 2020 - 19:35

TRENTO. Ha fatto già il giro del web il video del ragazzino seguito da un orso su un sentiero sopra Sporminore, guidato dal compagno della madre e invitato a mantenere la calma per evitare di agitare l'animale, poi allontanatosi. Un comportamento esemplare, dunque, per cui nella giornata di lunedì 25 maggio arrivano i complimenti della Provincia di Trento.

 

Il comportamento del ragazzo che ieri ha incontrato un giovane orso sopra l'abitato di Sporminore, e anche del familiare che lo ha guidato con voce ferma e rassicurante, è stato corretto – ha commentato in una nota il Servizio foreste e fauna della Pat entrambi hanno mantenuto la calma, prendendo le distanze dall'animale senza spaventarlo. Il giovane orso, che probabilmente stava dormendo fra i mughi e si è risvegliato all'avvicinarsi del ragazzo, ha mantenuto un comportamento curioso”.

 

Nel video, infatti, si vede il plantigrado seguire il ragazzino, alzando anche sulle zampe posteriori. Rimbalzate sui social e riprese da tutti i mezzi di comunicazione, le immagini stanno facendo il giro del web, in Italia come all'estero, commentate da esperti e da persone comuni. A farne da co-protagonista è Alessandro, un giovane di 12 anni che mentre sta raccogliendo delle gemme di pino mugo si imbatte in un giovane orso, che lo osserva con grande curiosità, prendendo poi la scia per qualche decina di metri.

 

In sottofondo si sente la voce di un adulto, che guida il ragazzino mentre riprende con un cellulare la scena. Con grande tranquillità e sangue freddo, le raccomandazioni del signore permettono così al bambino di giungere incolume tra le sue braccia, mentre il plantigrado, tutt'altro che spaventato e quindi non aggressivo, si allontana trotterellando nei prati.

 

Rispetto all'accaduto, i tecnici del Servizio foreste e fauna della Provincia sottolineano alcuni aspetti che spiegano ciò che si vede nel video. Innanzitutto l'evento è da ascriversi ad un approccio all'uomo non difensivo ma più legato a curiosità. Negli approcci difensivi, infatti, un orso affronta l'uomo perché si sente minacciato o, nel caso sia un'orsa coi cuccioli, per difenderli, manifestando agitazione.

 

Diversamente da questo scenario, nel video l'orso si avvicina tranquillamente alle persone, mosso da curiosità. L'esemplare, in quanto giovane ed inesperto, era infatti più incline a testare i propri rapporti con gli esseri uomini, non facenti parte, almeno sulla carta, del proprio normale ambiente di vita.

 

In secondo luogo, i tecnici elogiano il comportamento dei protagonisti umani di questo video, giudicato corretto: autocontrollo e calma sono infatti, a prescindere dalla natura degli incontri, gli strumenti più importanti laddove ci si trovi faccia a faccia con un orso. Bene ha fatto dunque l'adulto a raccomandare al ragazzo di non dare le spalle all'orso, benissimo il ragazzino a gestire con “ammirevole tranquillità l'incontro e a zittire le altre persone presenti poco lontano per evitare di allarmare l'animale”.

 

Una volta intuita la presenza di altre persone, infatti, l'orso, intimoritosi, si è rapidamente allontanato. Alzare la voce per cercare di allontanare il plantigrado, specie se giovane, è consigliato come comportamento utile ad allontanare l'animale. In questo caso, comunque, era troppo vicino al ragazzo per un'azione di dissuasione da parte di terzi, risultando più prudente attendere che il ragazzo si ricongiungesse al gruppo degli adulti. A prescindere dalla situazione, evidenziano i tecnici della Pat, è assolutamente deleterio fornire cibo all'animale.

 

Nella seconda parte del 2019 e nei primi mesi del 2020, nella zona compresa tra Sporminore e Spormaggiore si sono verificati alcuni incontri tra uomo ed orso, in cui quest'ultimo ha volontariamente avvicinato e in qualche caso seguito, delle persone incontrate lungo il cammino. Date le caratteristiche di tali incontri e le dimensioni dell’animale coinvolto, il Servizio foreste e fauna suppone possa trattarsi dello stesso esemplare, sul quale già da qualche settimana è partita un'operazione di monitoraggio.

 

Per sapere di più sulle regole di comportamento in caso di incontro con l'orso, è possibile accedere a questo link.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

12 luglio - 20:24
Entrambi i veicoli stavano viaggiando in direzione Trento, quando la vettura ha svoltato all'altezza del distributore e lavaggio. Proprio in quel momento però la moto era in manovra di sorpasso e l'impatto è stato inevitabile
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato