Contenuto sponsorizzato

Le misure da zona rossa non bastano, polveri sottili superano il limite medio giornaliero ma va meglio degli altri anni

Il marzo appena passato ha visto risalire il livello di Pm10 rispetto al 2020 quando c'è stato il lockdown totale

Pubblicato il - 12 aprile 2021 - 13:28

TRENTO. Rispetto a un anno fa, quando c'era il lockdown totale, il marzo del 2021 ha visto risalire le concentrazioni di inquinamento nell'aria a dimostrazione del fatto che le misure da ''zona rossa'' non hanno limitato in maniera impattante la circolazione dei veicoli. Il livello di polveri sottili Pm10 tipiche del periodo, infatti, hanno raggiunto valori superiori al limite previsto per la media giornaliera di 50 µg/m3 in 3 stazioni della rete provinciale di monitoraggio della qualità dell’aria ''a causa - spiega la Provincia - di una configurazione meteorologica sfavorevole alla dispersione degli inquinanti nel fondovalle''.

 

La situazione, allora, è quella descritta nei grafici qui sopra con la sola Piana Rotaliana che ha visto calare il livello di biossido di azoto quest'anno rispetto al 2020 mentre in tutti gli altri territori si è registrato un aumento. Le concentrazioni medie mensili di biossido di azoto NO2 misurate nel mese di marzo sono superiori a quanto rilevato lo scorso anno in occasione dell’inizio del periodo di lockdown ma inferiori rispetto a quanto rilevato nello stesso mese degli anni precedenti. Le concentrazioni medie orarie sono risultate sempre inferiori al limite di 200 µg/m3 .

 

Per le polveri sottili PM10, il valore massimo è stato raggiunto una sola giornata a Riva del Garda, con una concentrazione media giornaliera di 70 µg/m3. ''Per tutti gli altri superamenti - spiega la Pat - la concentrazione media giornaliera è stata di poco superiore al limite previsto. Come spesso succede in questo periodo dell’anno, si è venuta a creare una configurazione meteorologica sfavorevole alla dispersione degli inquinanti nei fondovalle e favorevole alla formazione del particolato secondario, vale a dire quello che si forma in atmosfera in seguito a trasformazioni chimico-fisiche di altre sostanze anche a seguito dell’aumento dell’irradiazione solare rispetto al periodo invernale''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 08:30
Il giovane in condizioni ancora molto gravi con ustioni di secondo e terzo grado si trova al centro grandi ustionati di Murnau in Baviera. Un altro [...]
Cronaca
22 maggio - 06:01
Oltre 100 dipendenti dell'Azienda sanitaria tra tecnici, infermieri e medici assieme a 400 volontari che hanno gestito le postazioni di soccorso [...]
Cronaca
22 maggio - 07:24
A dare l'allarme i colleghi che hanno immediatamente chiamato le forze dell'ordine. Alla guida dell'auto un uomo di 36 anni che, fermato dalle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato