Contenuto sponsorizzato

Trento You, il nuovo servizio di consegna ecologico per ridurre le emissioni di co2 e togliere veicoli dal centro storico

L’obiettivo è ridurre la congestione veicolare nel centro storico di Trento: il Comune lancia Trento You, il nuovo servizio di consegna ecologico, etico ed efficiente. Confesercenti: “Da parte nostra c’è la massima condivisione del progetto e la massima voglia di collaborare”

Di Francesca Cristoforetti - 25 ottobre 2021 - 20:00

TRENTO. Ecologico, etico ed efficiente: così viene definito Trento You, il nuovo servizio di consegna “ultimo miglio” in ztl che ridurrà l’impatto del trasporto merci nel centro storico di Trento. Per il debutto del progetto verranno messi a disposizione anche un magazzino all’interporto e due mezzi ecologici.

 

L’obiettivo è ridurre la congestione veicolare nella ztl, quindi il numero totale dei veicoli, e di conseguenza le emissioni di co2, modificando anche la tipologia dei mezzi di trasporto con una transizione a quelli elettrici. Il tutto con possibilità di accesso al centro storico senza limitazioni orarie, rispetto invece alle fasce attuali 7-10 e 14-16: “La sfida ‘ultimo miglio’ è una sfida di tante altre città italiane – spiega il sindaco di Trento Franco Ianeselli – se vogliamo rendere il servizio appetibile e fare da apripista ad altre città, come prevede il progetto europeo, le regole devono essere chiare: fasce orarie per tutti che però devono essere rispettate in modo fiscale. Non si parla di una limitazione, ma di un’estensione del servizio. Sarà una sperimentazione”. Come sottolinea l’ingegnera comunale Laura Cattani solo in ingresso si contano circa 1.200.000 accessi all’anno, tra residenti e consegne merci: “La volontà dell’amministrazione è quella di rendere la città sempre più vivibile e accessibile, a misura di pedone”.

 

Tanti gli incontri preventivi con le diverse categorie per avere un confronto con tutti i soggetti coinvolti: “Da parte nostra c’è la massima condivisione del progetto e la massima voglia di collaborare”, sostiene Massimiliano Peterlana, vicepresidente di Confesercenti del Trentino.

 

Il servizio, svolto da Trentino Mobilità, si colloca all’interno del più ampio progetto europeo Stardust, a cui il Comune di Trento ha aderito nel 2017. Nella prima fase iniziale Trentino Mobilità dispone di due veicoli elettrici, uno spazio di 450 metri quadrati all’interporto di Trento, che diventerà un transit point, ma anche un magazzino conto terzi per gli esercenti del centro storico che ne avranno bisogno. Inoltre disporrà di punti di ricarica per i veicoli aziendali di Trentino Mobilità. “Scegliendo l’interporto abbiamo deciso di porci vicino anche territorialmente ai nostri possibili partner commerciali”, sostiene Cristiano Mosca, presidente di Trentino Mobilità.

 

In prospettiva potrebbero svilupparsi nuovi servizi, quali un “minihub” collocato in centro, dove i trasportatori potranno depositare le consegne di collettame per permettere ai destinatati di ritirare i propri pacchi all’orario desiderato; la fornitura agli esercenti di ulteriori spazi magazzino (di permanenza breve) personalizzati su richiesta in prossimità del centro città; e infine l’effettuazione di successive consegne differite in negozio, su prenotazione autonoma online da parte dell’esercente.

 

Oltre alla posizione strategica della sede logistica, sarà vantaggiosa l’ottimizzazione del servizio con il proseguimento della consegna a carico del trasportatore “nell’ultimo miglio”, grazie all’accesso alla ztl senza limitazioni orarie: “Le fasce orarie iniziavano a essere strette – prosegue Mosca – è un discorso di vendite e di servizi, in cui Trentino Mobilità vuole affiancare operatori ed esercenti”. Inoltre sarà sviluppato il software di gestione logistica interfacciabile con quello dei corrieri per trasmettere velocemente gli ordini e il tracking della merce, per controllare in tempo reale lo stato delle consegne affidate. Gli esercenti e i trasportatori che decideranno di aderire al progetto potranno abbassare i costi del trasporto in ztl e avere maggiore flessibilità negli orari a cui ricevere la consegna, grazie all’allargamento delle fasce orarie di accesso al centro storico a favore dei furgoni elettrici di Trento You.

 

Le tariffe verrebbero proposte su misura per ogni specifico cliente. Inoltre “da non sottovalutare in termini di immagine quanto può essere ‘green’ aderire a questo progetto – sostiene il presidente di Trentino Mobilità – per le aziende sarebbe un bel salto di qualità nel solco della transizione ecologica”. La comunicazione e la promozione del servizio attraverso i diversi canali mediatici sarà affidata nei prossimi mesi all’Istituto Artigianelli di Trento, nell’ambito del progetto di partenariato “Comunicare la transizione ecologica”.

 

Infine si ricorda che Stardust, Holistic and integrated urban model for Smart Cities, è un progetto che vede come protagoniste le città di Trento, Pamplona (Spagna) e Tampere (Finlandia), designate come città faro per sviluppare soluzioni urbane innovative, attuare misure di integrazione intelligenti e testare e validare soluzioni tecniche e modelli innovativi di business. La cooperazione intelligente tra queste piccole azioni “smart” migliorerà la qualità della vita dei cittadini e delle cittadine nelle città, portando avanti le economie locali attraverso un nuovo modello produttivo basato sull’eco-innovazione e su tecnologie “appropriate”. Il distretto di Trento coinvolge la collaborazione di sei partners e tre terze parti, sotto il coordinamento del Comune di Trento e di Eurac research. Sono state promosse tre infatti tipologie di intervento: energia sostenibile, mobilità elettrica e misure di sostenibilità (e-mobility) e Ict & Open City Platform.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 15:56
C'è preoccupazione per la risalita della curva epidemiologica. Il direttore generale dell'Apss: "Il sistema sanitario si trova sotto pressione e [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:48
Focolaio nell’Rsa di Pergine Valsugana: 5 positivi fra gli ospiti e uno fra i sanitari. Il presidente: “La procedura di controllo è scattata [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:15
Una cinquantina tra medici, tecnici, piloti e personale paramedico provenienti da Svizzera, Germania, Italia e Austria hanno partecipato a più [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato