Contenuto sponsorizzato

Siccità, 3 pozzi attivati a tempo record per dare acqua all'Altopiano di Asiago (VIDEO). Proseguono i viaggi con le botti per le mucche in quota

L’Altopiano di Asiago è una zona particolarmente colpita dalla crisi in quanto le sorgenti in quota, che alimentano la fornitura per tutti i 7 Comuni, sono quasi esaurite. Zaia: "L’ente gestore ha attivato 3 pozzi a Marcesina. Stiamo svolgendo le analisi per verificare la potabilità". Il gestore di Malga Serona: "Situazione critica. Agricoltura e allevamento? Gestibilità e gestione del territorio"

Di Francesca Cristoforetti - 30 luglio 2022 - 13:21

VICENZA. "La situazione siccità in Veneto continua a essere molto seria, ma la nostra struttura commissariale, tramite gli enti gestori, sta realizzando e programmando azioni e opere nell’intero territorio veneto, in particolare su pozzi e sorgenti per garantire tutti i servizi". Così si esprime il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia sulla situazione legata all’emergenza siccità di quest'estate, in veste di Commissario delegato per gli interventi urgenti per gestione della crisi idrica.

 

Il 29 luglio, "l’ente gestore ha attivato, a tempo di record, 3 pozzi a Marcesina, mettendo di fatto in sicurezza la distribuzione d’acqua per tutto l’Altopiano di Asiago".

 

Proprio in questi giorni infatti sull'Altopiano c'è chi addirittura ha deciso di anticipare la transumanza, tornando a valle due mesi prima del previsto, a causa della mancanza di erba e acqua (Qui l'articolo). Questa per esempio è stata la decisione presa dalla famiglia Nicoli che da Malga Serona ha deciso di riportare in pianura le alcune delle loro mucche da latte, non essendo più possibile tenere gli animali al pascolo in quota. La scarsità di precipitazioni e l'assenza di piogge di questo inverno stanno mettendo a dura prova la stagione estiva.

 

L’Altopiano è infatti una zona particolarmente colpita dalla crisi in quanto le sorgenti in quota, che alimentano la fornitura per tutti i 7 Comuni, sono quasi esaurite.

 

"Stiamo realizzando un enorme lavoro - spiega Zaia - ogni giorno nell’Unità di crisi facciamo il punto della situazione e ciascun soggetto provvede a mettere in atto quanto deciso e necessario per fronteggiare le criticità che via via emergono. Abbiamo messo in campo tutti gli uomini e tutti i mezzi per far sì che i disagi siano limitati. Resta confermato che sono necessarie ulteriori risorse per garantire gli interventi urgenti, ma soprattutto le opere strutturali".

 

Secondo il primo decreto del soggetto attuatore per il coordinamento Nicola Dell’Acqua, per l’Altopiano di Asiago è prevista l’attivazione di nuova fornitura idrica per incremento della portata in località Marcesina (tra i Comuni di Foza ed Enego) a opera di Etra spa, che si è attivata per assicurare in tale zona l’approvvigionamento di acqua in via emergenziale.

 

La multiutility del Bacino del Brenta ha aperto in meno di 24 ore due nuovi pozzi sulla piana di Marcesina, potendo intervenire con la massima urgenza. "Stiamo svolgendo le necessarie analisi per verificare la potabilità dell’acqua - prosegue Zaia - è previsto che tali operazioni si concludano entro lunedì. In caso di conferma della qualità dei dati, e del nulla osta da parte dell'Azienda Ulss n.7 Pedemontana, i pozzi saranno immediatamente attivati e l’acqua sarà pompata nella rete di distribuzione per tutto l’Altipiano ovviando così alla carenza idrica".

 

Se gli esiti delle analisi saranno tutti favorevoli entro martedì anche il terzo pozzo sarà collegato alla rete.

 

Soltanto due giorni fa, a Malga Serona si è usata l'ultima pozza di acqua disponibile per garantire agli animali qualche giorno in più in quota: "Continuiamo a fare viaggi con le botti ma la situazione è critica - spiega il gestore di Malga Serona Davide Nicoli - siamo costretti a tornare a casa, le vacche non hanno più da mangiare la situazione è diventata insostenibile, mai lo avremmo pensato a inizio di agosto. Per noi grande danno economico, tutte le aziende agricole sono in seria difficoltà".

 

Diverse le problematiche che sta affrontando il comparto agricolo, "non riusciamo a tutelare il nostro territorio: il costo esorbitante delle materie prime, la qualità del cibo che mangiamo, la salute dei nostri animali. Agricoltura e allevamento significano gestibilità e gestione del territorio".

 

Se una parte di mucche è costretta a scendere, l'altra rimarrà in quota, "valuteremo al 10 di agosto la situazione". Un grande cambiamento per gli animali che devono tornare in pianura: "La siccità porta grossi sconvolgimenti per il metabolismo delle vacche - concludono i gestori - sono animali che stanno bene al fresco, non sono abituate a stare al caldo e noi stiamo cercando di attrezzarci per favorire il loro benessere. Abbiamo destratificatori d'aria per asciugare la lettiera e favorire l'abbassamento della temperatura corporea delle vacche. Purtroppo non abbiamo ancora installato doccette e ventole in corsia di alimentazione".

 

Le precipitazioni che hanno caratterizzato la giornata di ieri (29 luglio), sembrano aver dato un po' di sollievo al perdurare della siccità. Sulla base dei dati elaborati da Arpav,  come riporta l'assessore all'Ambiente della Regione del Veneto, Gianpaolo Bottacin, grazie al maltempo nella zona del bellunese sono state registrate abbondanti precipitazioni, con cumuli di acqua che sono arrivati tra i 30 e i 40 millimetri.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 Sep 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 ottobre - 19:47
L'assessore provinciale e leader de La Civica, Mattia Gottardi, sulle fibrillazioni: "Nessuna tensione, succede dopo ogni elezione". E su Mario [...]
Cronaca
02 ottobre - 20:08
Lettera di Anna Raffaelli (già consigliera comunale e componente della Commissione Sport del Comune di Trento) e Lally Salvetti [...]
Cronaca
02 ottobre - 18:59
E' successo al campo sportivo di Ala a un ragazzino di 13 anni. La piattaforma in plexiglas si sarebbe rotta e lui sarebbe caduto da un'altezza di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato