Contenuto sponsorizzato

Il campione di arrampicata Stefano Ghisolfi adotta una tartaruga curata da Legambiente (VIDEO). In 10 anni salvate più di 2 mila esemplari

La tartaruga è stata chiamata Artù per omaggiare l'impresa di Ghisolfi con la liberazione della via Excalibur, tracciato tra i più difficili d’Italia e tra i più complicati del mondo che si trova in Trentino

Pubblicato il - 15 novembre 2023 - 12:18

MANFREDONIA. Il più forte arrampicatore d'Italia e tra i migliori del mondo Stefano Ghisolfi ha adottato una tartaruga Caretta caretta catturata accidentalmente da un peschereccio e portata dai pescatori al Centro di recupero di Legambiente. Il campione che vive nell'Alto Garda rientra nel progetto Green Heroes dell'Eis Team, una squadra di atleti impegnati a favore dell'ambiente.

 

Dalle montagne la sensibilità ambientale di Ghisolfi si è spostata verso il mare, con l’adozione di Artù, così è stata ribattezzata la tartaruga. Un nome che rende omaggio all'impresa del campione di arrampicata: la liberazione di Excalibur, la via più difficile d’Italia e tra le più complicate del mondo, una gradata 9b+ che si trova a Drena, vicino Arco, in Trentino.

Il Mediterraneo è pieno di esemplari come Artù, una Caretta caretta di 22 anni catturata accidentalmente da un peschereccio a largo di Manfredonia e portata dai pescatori al Centro di recupero di Legambiente, dove ha ricevuto le cure e poi è stata liberata. Tuttavia, attualmente 130.000 tartarughe marine sono in pericolo di vita perché ingeriscono i rifiuti plastici o per via dell’inquinamento, delle catture accidentali e del traffico nautico.

 

"E' quindi necessario intervenire in maniera stabile e continuativa", commenta Legambiente. "Per questo da anni portiamo avanti la Campagna Tartalove, che si occupa di salvaguardare le Caretta caretta attraverso attività di recupero e cura, ma anche di informazione e sensibilizzazione, affinché tutti possano prendere parte al cambiamento, salvaguardando le tartarughe marine".

 

Negli ultimi 10 anni con la campagna di sensibilizzazione e l'impegno dei Centri di recupero e di primo soccorso, Legambiente ha salvato oltre 2 mila esemplari.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 20:22
Il rinvenimento giovedì in località Imana, tra Ziano di Fiemme e Predazzo. "Non è certamente la prima volta che le persone inviano [...]
Cronaca
08 dicembre - 19:28
Traffico intenso su strade e autostrade: domani giornata da "bollino rosso" con tanti vacanzieri che hanno scelto il fine settimana "corto". [...]
Cronaca
08 dicembre - 18:29
Il sinistro è avvenuto in viale Dante a Mori: l'auto ha sbandato verso destra, finendo la propria corsia sul marciapiede, dopo aver divelto tre [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato