Contenuto sponsorizzato

"Una nuova applicazione per andare a caccia di rifiuti ispirata a 'Pokemon go'", l'idea della Mindshub: "Così sarà possibile facilitare anche il lavoro delle istituzioni"

L'applicazione è nata ad Ala, in Vallagarina, e consente di segnalare i rifiuti e di geolocalizzarli, indicandone la tipologia: "Poi, è ovviamente possibile decidere se raccogliere o meno la spazzatura, precisando se la situazione è stata risolta"

Di S.D.P. - 03 aprile 2023 - 18:51

ALA. Negli spazi di Mindshub, associazione alense, non smettono di nascere idee. La nuova arrivata è "Insigno", un'applicazione per smartphone che punta a sensibilizzare i cittadini in materia di rifiuti. "Il Comune ci aveva chiesto ormai un anno fa di trovare un'idea - anticipa Lorenzo Fedrizzi, cofondatore dell'associazione a Il Dolomiti -. La volontà era quella di 'spingere' chi vive sul territorio a prendersene cura, a partire da segnalazione e raccolta della spazzatura abbandonata". 

 

Così, è partito il lavoro dei giovani dell'associazione della Vallagarina, in particolare dei 21enni Fabio e Alessio, coordinatori del progetto, che fra momenti a casa e altri in sede, hanno deciso di ideare e dare vita a un'applicazione per cellulari: "Ci siamo ispirati al gioco Pokemon go. I nostri utenti invece che andare alla ricerca di pokemon, tuttavia, andranno a caccia di spazzatura". 

 

Ci è voluto circa un anno di lavoro per dare vita a "Insigno", un'app con una mappa che "non soltanto include Ala e dintorni ma potenzialmente tutto il mondo - prosegue Fedrizzi -. Chi la scarica, quando è in giro e vede dei rifiuti può fare una fotografia e caricarla sull'app, geolocalizzando il 'rinvenimento' e dichiarando di che tipo di rifiuto si tratti. Poi, è ovviamente possibile decidere se raccogliere o meno la spazzatura, indicando se la situazione è stata risolta".

 

Se da un lato quindi chi utilizzerà "Insigno" lo farà anche solo semplicemente per segnalare dei rifiuti, dall'altra, si spera, ci sarà chi andrà a raccoglierli: "Nel caso in cui si tratti di un ingombrante come una lavatrice, sarà ovviamente necessario far intervenire la Comunità di valle ed è per questo che siamo attualmente in fase di dialogo con le istituzioni, Comune di Ala e Comunità di valle, per capire come far arrivare loro le segnalazioni".

 

In attesa "di una soluzione semplice, che faciliti il lavoro di tutti, abbiamo già provveduto a lanciare l'applicazione, sia per Android che iOS, già scaricabile dalla scorsa settimana e presentata in via ufficiale sabato 1 aprile in occasione della giornata ecologica tenutasi ad Ala". Per incentivarne l'utilizzo, "Insigno" prevede anche l'assegnazione di punti: "Se si carica semplicemente una fotografia si otterrà un tot di punteggio mentre 'risolvendo' la situazione (e quindi raccogliendo i rifiuti) si potranno ottenere molti più punti".

 

"L'idea è quella di premiare a fine anno chi otterrà il punteggio più alto, ma anche di questo ne stiamo discutendo con il Comune - conclude Lorenzo -. Sicuramente non mancherà una classifica e un'evoluzione, nel corso del tempo, dell'app, che potrebbe aggiungere in futuro delle novità".

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 luglio - 20:20
Dopo l'attacco degli scorsi giorni, l'associazione Altvelox ha presentato denuncia a carico del sindaco di Pergine, Roberto Oss Emer, e [...]
Montagna
23 luglio - 20:00
Il parere dell'educatrice cinofila: "Oggi molte persone considerano accessibile e alla portata di tutti tutto quello che vedono in [...]
Cronaca
23 luglio - 19:10
"E' una tragedia enorme e non ci sono veramente parole per un lutto che colpisce per la seconda volta la stessa famiglia" commenta il sindaco di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato