Contenuto sponsorizzato

Affiorano i demoni della regina del soul in ''Respect''

DAL BLOG
Di Alda Baglioni - 08 ottobre 2021

Insegna arte al Bonporti con chaplin nel cuore

Rispetto per tutte le donne. E’ un urlo dignitoso che ha seguito la tormentata vita di Aretha Franklin.

 

Una canzone “Respect”, divenuta icona del femminismo e dei diritti civili negli anni sessanta, incisa da Otis Redding nel 1965 e fatta sua da Aretha pochi anni dopo, è il titolo di questo film che vuole ricordare i momenti importanti nella formazione della Lady Soul.

 

La regista teatrale, esordiente nel cinema ma non nei serials, Liesl Tommy, di Città del Capo, prima donna di colore a essere nominata per Tony Award, miglior regia di un’opera teatrale, dirige la cantante, attrice premio Oscar Jennifer Hudson.

 

E’ stata proprio Aretha Franklin a scegliere lei, vedendola e sentendola, a sceglierla per interpretarla. L’attrice quarantenne, ha infatti una voce notevole già pluripremiata.

 

L’unica canzone interpretata nel film non di Aretha è “Here I am” scritta da Jennifer con la mitica Carol King che scrisse proprio il grande successo (“You make me feel like) a natural Woman”, con l’ex marito Gerry Goffin.

 

Aretha ha circa dieci anni nel 1952 e vive a Detroit con il padre, predicatore battista, molto apprezzato, amico di Martin Luther King. La madre separata, muore subito dopo, ma lascia un’impronta fondamentale nella personalità della ragazzina. La madre cantante gospel, suona il piano, come Aretha farà.

 

La formazione artistica iniziale è in chiesa e in casa durante i ricevimenti organizzati dal padre. La nonna paterna, sarà sempre presente per accogliere e allevare nipoti e pronipoti, che arriveranno molto presto. Non si saprà mai chi sia stato il padre del primo figlio di Aretha, avuto a dodici anni.

 

Tutto è molto veloce nella sua vita, tanti concerti, le sorelle Carolyn ed Erma sempre vicine nel coro, il padre, il carismatico premio Oscar Forest Whitaker, la vuole imporre a New York. Lei si innamora di Ted White, lo segue e lo sposa. Lui ha un carattere irascibile e violento, come il padre. Sono due figure ambigue nella vita della cantante.

 

Lei lotta per liberarsi e ci riuscirà. “Freedom” ne è la prova. Sempre attenta a sostenere i diritti umani, Aretha sconvolta dall’incarcerazione di Angela Davis, è sempre più alla ricerca di sé. Tanti i momenti per essere apprezzata dal pubblico mondiale, come nel cameo in “Blues Brothers” con “Think". E’ il 1980. Dipende solo dal lei e dalla sua incessante creatività la sua carriera artistica.

 

La figura materna sarà fondamentale, come la sua fede religiosa. Un’interpretazione quella di Jennifer Hudson, piena di pathos. L’attrice è infatti un’eccellente cantante e sa come assumere i panni del suo mito. Anche la vita di Jennifer è stata colpita da una tragedia famigliare.

 

Muore la madre, il fratello ed un nipotino per mano dell’ex marito della sorella. Jennifer e Julia, la sorella, in memoria delle tre vittime, creano una Fondazione per i familiari delle vittime di omicidi. The Hudson King Foundation to Families of Slain Victims. Due vite s’incontrano e sembrano fondersi, una carriera in ascesa quella della Hudson, cinema, tv, teatro, album, colonne sonore.

 

Grande trasformista. Ha interpretato molto ironicamente anche Louise, la collaboratrice domestica, di Carrie Bradshaw in “Sex and the city”. Sempre con eleganza come nei raffinatissimi vestiti scelti. Un lavoro di grande effetto, egregi i costumisti. Infatti Aretha Franklin era una donna molto elegante che richiedeva rispetto. “Mi chiami signora Franklin”, dirà durante una prova.

 

Il film negli Usa è vietato ai minori di tredici anni. “Respect”, un film che dovrebbe essere visto non solo dalle donne, in sala giovedì, al cinema Modena di Trento, nessun uomo, e pochi posti occupati. Rispetto anche per il cinema, i film, quelli d’autore, non dovrebbero essere interrotti dopo sessanta minuti , per l’intervallo pop-corn.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 ottobre - 19:56
Trovati 29 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 20 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui 3 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
15 ottobre - 20:44
L'allerta è scattata in località Santa Margherita a Castelnuovo. Un 35enne portato in elicottero all'ospedale
Cronaca
15 ottobre - 18:16
Tra musica, ricordi e spunti filosofici, in un'intervista a Massimo Cotto su Virgin Radio il rocker emiliano si dice emozionato per il debutto del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato