Contenuto sponsorizzato

La nuova Stagione dei Concerti all’insegna della gioventù con Emmanuel Tjeknavorian e Maximilian Kromer

Emmanuel Tjeknavorian si è fatto conoscere sulla scena musicale internazionale per aver ottenuto secondo premio e premio speciale al prestigioso Concorso internazionale Sibelius, una tra le più importanti competizioni per violinisti al mondo. Sul palco con il connazionale e talento Maximilian Kromer
DAL BLOG

Analisi, recensioni, presentazioni delle grandi opere nella prestigiosa sala della Società Filarmonica di Trento

La società Filarmonica di Trento inaugura la nuova Stagione dei Concerti all’insegna della gioventù, portando sul palco il duo formato Emmanuel Tjeknavorian e Maximilian Kromer.

 

Giovanissimo violinista austriaco di origine armena, Emmanuel Tjeknavorian si è fatto conoscere sulla scena musicale internazionale per aver ottenuto secondo premio e premio speciale al prestigioso Concorso internazionale Sibelius, una tra le più importanti competizioni per violinisti al mondo.

 

Si è già esibito nelle sale da concerto più rinomate d'Europa, tra cui la Philarmonie Berlin, dove è stato protagonista nella serie Debüt im Deutschlandfunk Kultur, la stessa stagione di concerti che ha visto debuttare Daniel Barenboim, Jessye Norman e Simon Rattle.

 

Artista in residenza al Wiener Musikverein e Junge Wilde alla Konzerthaus Dortmund, è anche direttore d’orchestra (come il padre). Nato a Vienna nel 1995 e cresciuto in una famiglia di musicisti, ha ricevuto la sua prima lezione di violino all’età di cinque anni e due anni dopo ha debuttato come solista con orchestra. Ha studiato con Gerhard Schulz (secondo violino dell’Alban Berg Quartet) presso la Universität für Musik und Darstellende Künst di Vienna. Suona un violino Stradivari del 1698, generosamente donatogli da un benefattore della Beare’s International Violin Society di Londra. 

 

Condivide il palco della Filarmonica di Trento con un altro raro talento, il pianista Maximilian Kromer, suo connazionale e coetaneo, con il quale ha già vinto il Nordmetall Ensemble Prize in Germania, assegnato ogni anno ai musicisti più promettenti della serie di concerti Young Elite. Come solista e pianista da camera, Kromer è ospite abituale di prestigiose istituzioni e sale da concerto come la Philarmonie am Gasteig di Monaco e la St.Petersburg Philarmonia di San Pietroburgo. Ha avuto l’onore di suonare il famoso fortepiano costruito da Anton Walter e appartenuto a Mozart in una delle più importanti fasi della sua carriera, nel periodo di composizione dei suoi ultimi concerti per pianoforte.

 

La Stagione dei Concerti, sotto la direzione artistica di Antonio Carlini, proseguirà il 25 gennaio, con un organico particolare, unico e raro, composto da un trio d’archi d’eccezione, il Trio Boccherini insieme all’oboista Lucas Macias Navarro, primo oboe della Lucerne Festival Orchestra. Per questo concerto gli artisti hanno condiviso con la Filarmonica la scelta di un’opera scritta dal giovane compositore trentino Stefano Dalfovo.

 

Per accedere ai concerti è richiesto il Green pass rafforzato e la mascherina Ffp2 (Qui informazioni sui biglietti e il programma dettagliato).

Ultima edizione
Edizione del 17 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 10:13
La vicenda risale al 20 agosto 2021quando un drammatico incidente era costato la vita a Sandro Prada di 51 anni e [...]
Cronaca
18 maggio - 10:19
L’uomo era uscito da lavoro attorno alle 13 ma non è mai rientrato a casa, la sua auto invece è stata ritrovata parcheggiata nei pressi della [...]
Politica
18 maggio - 09:45
La senatrice Conzatti: "Con gli autonomisti sono sempre andata d’accordo. Ho fiducia che sapranno far smettere di suonare le sirene dei [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato