Contenuto sponsorizzato

Alla Milano fashion week, Kiton reinterpreta i cambiamenti della società. Il marchio di Arzano rivoluziona l’approccio all’abbigliamento maschile

Se fino all'anno scorso sembrava che la tendenza sociale fosse quella di vivere sempre più nei luoghi di aggregazione, oggi le case sono tornate al centro di tutto diventando luogo di lavoro e tempo libero. Ecco la proposta di Kiton per riscrivere l’approccio all’abbigliamento maschile
DAL BLOG
Di Marco Consoli - 16 gennaio 2021

Figura poliedrica , tra le tante cose è produttore discografico e di eventi, attore, fotomodello, influencer

La dimensione privata e pubblica delle nostre vite si è completamente unificata, così la collezione autunno-inverno 2021-22 di Kiton parte proprio da qui. Non si tratta di leisurewear o sportswear rielaborato, ma di un approccio all'abbigliamento maschile completamente innovativo per il brand di Arzano, paese poco fuori Napoli. Se fino all'anno scorso sembrava che la tendenza sociale fosse quella di vivere sempre più nei luoghi di aggregazione, oggi le case sono tornate al centro di tutto e l'esclusiva funzione abitativa si è espansa rendendole insieme luogo di lavoro e tempo libero. Di conseguenza anche l'abbigliamento è mutato, annullando la distinzione tra "rappresentanza" e homewear. Questa collezione l'eccellenza sartoriale di Kiton, pur mantenendo il suo dna 100% Made in Italy, ha eseguito un upgrade importante della parte più comoda, prima destinata esclusivamente al tempo libero: la dimensione intima della nostra vita ha contaminato la rigidità concettuale del completo formale, creando uno stile nuovo.

 

Le giacche, sempre di cashmere preziosi ed esclusivi, sono perfette nella costruzione, ma ancora più morbide e proposte con il collo alzato per essere più disinvolte. I motivi, che vanno dai grandi check e pied de poule agli spigati e alle micro trame, coprono tutte le sfumature del grigio completati da una palette calda composta dai colori dei boschi d'autunno: dal bordeaux delle foglie, al verde del muschio al marrone del legno, insieme alla costante del blu, un classico del guardaroba maschile. Così anche la tradizione cromatica di Kiton si aggiorna, assecondando un desiderio di intimità e pacatezza.

 

Nel look, il classico completo maschile si spezza e non è quasi mai intero. Sarà poi la personalità di ognuno a creare il proprio stile. La maglieria diventa sempre più importante fatta di cashmere in diversi pesi e lavorazioni: dal classico motivo irlandese color panna, alle micro fantasie, ai disegni geometrici, per arrivare a hoodies e cardigan oversize, inedita alternativa del cappotto. Anche i pantaloni si ammorbidiscono in vita mutuando l'elastico e la coulisse dei joggers, ma su una costruzione sartoriale morbida sui fianchi e più asciutta sul fondo. La preziosa vicuña, eccellenza di Kiton, oltre ai lussuosi completi classici, debutta ora su capi più leisure come giubbini trapuntati e pullover.

 

Le sneakers sono una parte importante delle calzature e contaminano anche le forme più classiche, rendendole un passe-partout per la giacca o per tracksuit deluxe. Dopo il successo dell'esordio, la stagione scorsa, stavolta le trainers di cashmere sono riproposte nella stessa palette della collezione. Ma casa vuol dire anche relax, così, per la prima volta, Kiton introduce due oggetti esclusivi per il tempo libero: una serie di cuscini e una coperta di maglia in puro cashmere per comode serate davanti un bel film.

 

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 05:01

Il tasso di contagio è oltre i 250 casi ogni 100 mila abitanti, l'intenzione della Pat è comunque quella di continuare con la scuola al 50% in presenza. I sindacati: "L'Apss ci ha dato ragione, un po' allarmati dalla velocità di propagazione del contagio, riconducibile alle varianti. Era metà febbraio e non abbiamo più sentito nessuno. C'è una lentezza preoccupante nell'affrontare le questioni, non siamo tranquilli"

04 marzo - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 marzo - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato