Contenuto sponsorizzato

La sua canzone vinse Sanremo nel 2013. Ora Roberto Casalino "corre" con un brano cantato da Renga. "Una canzone nata di getto, sul potere salvifico del ricordo"

Roberto Casalino è un autore di successo. Ha scritto canzoni per molti interpreti italiani, da Giusy Ferreri a Tiziano Ferro, da Alessandra Amoroso a Marco Mengoni, con cui ha vinto il Festival della Musica italiana nel 2013. Quest'anno, a Sanremo, "correrà" con il brano "Quando trovo te" cantato da Francesco Renga. "Ogni volta è un'emozione nuova"
DAL BLOG
Di Marco Consoli - 04 marzo 2021

Figura poliedrica , tra le tante cose è produttore discografico e di eventi, attore, fotomodello, influencer

Roberto Casalino, dopo aver firmato nel 2008 per Giusy Ferreri i singoli di successo “Non ti scordar mai di me” e “Novembre”, colleziona in breve tempo una dozzina di pezzi in classifica scrivendo per gli artisti più amati del momento, tra cui “Cercavo amore” e “Mi parli piano” di Emma Marrone, “Diamante Lei e Luce lui” per Annalisa, “Distratto” cantata da Francesca Michielin, “Sul ciglio senza far rumore” e “Trova un modo” per Alessandra Amoroso, “I miei rimedi” per Noemi.

 

Di particolare rilievo anche le sue collaborazioni con Tiziano Ferro, Elisa Toffoli e Antonello Venditti (con quest'ultimo firma il singolo “L' ultimo giorno rubato”), oltre a quelle con artisti della scena rap italiana come Guè Pequeno e Fedez (con il quale firma le hit “Magnifico” featuting Francesca Michielin e “Piccole cose” featuring Alessandra Amoroso per l’album di J-Ax&Fedez).

 

Vanta, sempre in qualità di autore, una serie di partecipazioni al Festival di Sanremo con Giusy Ferreri, Nina Zilli, Francesco Renga, Moreno, Alessio Bernabei e Marco Mengoni, che nel 2013 gli vale la vittoria finale con “L'essenziale”. Nel 2020 colleziona, invece, un quarto posto al Festival di Sanremo firmando il brano “Dov'è” de Le Vibrazioni.

 

È stato nel cast degli Autori dell'edizione 2017 del talent “Amici di Maria De Filippi” con il compito di supportare i ragazzi nel loro percorso all'interno della scuola. Ha all'attivo una serie di concerti nei vari club d'Italia. Nel 2019 è stato Opening Act per Alessandra Amoroso nel suo “10 Tour” nelle tappe di Genova (RDS Stadium), Roma (Palazzo dello Sport) e Firenze (Nelson Mandela Forum) riscuotendo notevole successo di pubblico. Il 23 novembre 2019 ha celebrato i suoi primi 10 anni di carriera d'autore con un grande spettacolo sold out all'Auditorium Conciliazione di Roma, accompagnato sul palco per l'occasione da una band di 5 elementi, quartetto d'archi e un corpo di ballo di 30 ballerini. Ospite d'eccezione: la sua amica Alessandra Amoroso con la quale ha duettato su alcuni brani in scaletta.

 

Dal 2010 è autore in esclusiva per Universal Music Publishing Italia e ha pubblicato quattro album: “L'atmosfera nascosta” (2009), “E questo è quanto” (2014), “Errori di felicità” (2018) e “Il Fabbricante Di Ricordi” (2019), una raccolta dei tanti brani di successo che ha scritto per gli Artisti della scena italiana, riarrangiati in una veste inedita e impreziositi da duetti con Alessandra Amoroso, Emma, Giusy Ferreri e Fedez.

 

Nei suoi live in giro per l'Italia, Roberto ripropone insieme alla sua band alcuni brani tratti dai suoi album solista e soprattutto i suoi più grandi successi d'autore, presentati con un sound più viscerale che strizza l'occhio al pop rock degli anni '90.

 

Al Festival di Sanremo sei ormai di casa, avendo scritto brani per grandi big della musica italiana, puoi raccontare l'emozione che si prova nell'ascoltare la propria creatura debuttare sul palco più prestigioso d'Italia?

 

"Ogni volta è un'emozione nuova, diversa da tutte le precedenti, unica nel suo genere. Il palco di Sanremo resta una grande opportunità per presentare un nuovo progetto, quest'anno ancor di più visto che segna un ritorno alla musica dal vivo seppur in un teatro vuoto a distanza di un anno esatto di pandemia. Questa manifestazione ti permette di arrivare a un pubblico vastissimo e eterogeneo in un solo colpo. Sono all'ottavo Festival in qualità di autore e compositore e sono grato alla vita per questo".

 

Quest'anno hai scritto il brano interpretato da Francesco Renga "Quando trovo te". Quando l'hai scritto e quale emozione hai voluto catturare?

 

"Questa canzone è stata scritta nel mese di ottobre 2020 in studio con Dario Faini (Dardust) e lo stesso Francesco. Ci siamo incontrati dopo esserci sentiti al telefono per giorni e confrontati sui rispettivi stati d'animo e urgenza comunicativa. E' un brano nato in 4 ore, di getto. Le parole e la melodia erano nell'aria, andavano solo catturate e concretizzate. Al centro della canzone c'è il potere salvifico del ricordo, che puoi richiamare alla mente e al cuore ogni volta che ti senti oppresso dalla città, dal fluire veloce delle cose, dalle emozioni contrastanti, solitudine. E forse per salvarsi anche dal periodo che stiamo vivendo da un anno a questa parte. Riappropriarsi delle piccole cose e del loro enorme valore".

 

Hai un momento della giornata in cui scrivi?

 

"Assolutamente no. L'ispirazione non ti dà alcun preavviso o appuntamento. Quando arriva, devi farti trovare pronto. E io sto lì sempre col cuore attento e pronto ad ascoltare cosa mi succede dentro e intorno. Ho imparato a guardare le cose in faccia e a tradurle con le parole. E' qualcosa di cui non potrei mai fare a meno".

 

Di recente hai deciso di interpretare alcuni brani da te scritti e portati al successo da grandi interpreti. Qual è la motivazione profonda di questa scelta e qual è il valore aggiunto che ritieni di aver dato?

 

"Nel novembre 2019 ho pubblicato "Il fabbricante di ricordi", un album che racchiude alcune delle tante canzoni di successo scritte dal 2008 al 2019, arricchite anche da duetti con alcuni degli artisti che le hanno interpretate (come Fedez, Emma, Alessandra Amoroso e Giusy Ferreri). Ho pensato di riappropriarmi di quei brani con l'unico intento di presentarli nella veste del loro autore, di colui che le ha partorite, senza voler creare alcun tipo di confronto. Le mie versioni sono semplicemente altro. La mia voce pronuncia quelle parole dando loro un aspetto nuovo. Una seconda vita. O forse direi la loro prima vita".

 

P.S. Ho avuto l'onore di essere uno degli attori protagonisti del video musicale "L'essenziale" di Roberto Casalino (QUI il link).     

Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato