Contenuto sponsorizzato

A Rovereto zanzara tigre sopra la soglia di danno, come ha funzionato la prevenzione?

A metà agosto il Comune ha allertato i cittadini chiedendo di mettere in campo comportamenti virtuosi e promettendo multe a chi si dimostrava negligente
Dal blog di Sergio Ferrari - 13 settembre 2018 - 20:23

A metà agosto il Comune di Rovereto ha diffuso un messaggio che allertava i cittadini informando che la presenza di zanzara tigre aveva superato la soglia di 100 uova per ovitrappola. Considerata la gravità dell’infestazione, è stato dato avvio a una serie di trattamenti con insetticidi non solo nei parchi pubblici, ma anche all’interno di altri siti considerati sensibili.

 

L’avviso sollecitava inoltre i cittadini a mettere in atto i consigli di prevenzione che si ripetono, spesso senza risultato, da alcuni decenni. Il personale ispettivo del comune avrebbe fatto sopralluoghi a tappeto sull’intero territorio, penalizzando con multe severe negligenze o mancati interventi di prevenzione.

 

Sarebbe utile e istruttiva la diffusione da parte del comune di Rovereto dei risultati dei controlli. In termini di inadempienze riscontrate e di multe erogate.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 13:20

Sorprendono positivamente i rilevamenti nelle acque venete con un solo punto inquinato. Male la Lombardia, su cinque punti monitorati due sono risultati fortemente inquinati. Promossi invece a pieni voti il lago d’Iseo e quello di Santa Croce in provincia di Belluno

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

16 luglio - 08:50

La padrona si è vista entrare in casa il povero gatto dolorante. Il veterinario nel referto ha certificato che il ferimento dell’animale è stato causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina. La perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare l'arma 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato