Contenuto sponsorizzato

Apiterapia, il decano degli apicoltori trentini non demorde e pubblica un testo scientifico-divulgativo

La Federazione apicoltori italiani ha curato la pubblicazione e la diffusione del libro anche a livello nazionale riconoscendo al contenuto un alto valore scientifico ed una grande efficacia divulgativa di Mario Pasquali di 98 anni
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 14 febbraio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Risale al 2018 la pubblicazione del volume intitolato ”Apiterapia: i prodotti dell’alveare alimenti e medicamenti”. Scritto da Mario Pasquali, apicoltore professionale, decano degli apicoltori trentini di 98 anni.

 

La Federazione apicoltori italiani ha curato la pubblicazione e la diffusione del libro anche a livello nazionale riconoscendo al contenuto un alto valore scientifico e una grande efficacia divulgativa.

 

Non c’è affermazione nei vari capitoli dedicati ai diversi prodotti dell’alveare che non sia sostenuta dall’autorevolezza di medici e scienziati. Il successo editoriale è stato pieno.

 

A due anni di distanza, Pasquali ha affidato alla Fai per la pubblicazione un altro testo scientifico-divulgativo sugli stessi argomenti, scrupolosamente aggiornati.

 

Il titolo “Lectio magistralis: i prodotti dell’alveare alimento e medicina” rivela l’intenzione, peraltro confermata dall’autore, di utilizzare il testo come base per conferenze.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato