Contenuto sponsorizzato

Avanti piano con le fragole bio

In Trentino è ormai diffusa e consolidata la coltivazione fuori terra, un sistema adottato alcuni decenni fa per tre motivi. La coltivazione di fragole e piccoli frutti con metodo biologico è rappresentata da una superficie complessiva di 20 ettari
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 25 ottobre 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

In Trentino la coltivazione di fragole e piccoli frutti con metodo biologico è rappresentata da una superficie complessiva di 20 ettari. Non accorpati, ma suddivisi in appezzamenti di ridotta estensione gestiti da agricoltori a tempo parziale, spesso donne che ricavano prezzi elevati dalla vendita dei frutti.

 

Ipotizzare un raddoppio della superficie è tecnicamente possibile. Pensare di superare questo limite appare invece fuori luogo.

 

In Trentino è ormai diffusa e consolidata la coltivazione fuori terra che si pratica in contenitori sopraelevati riempiti di supporto organico speciale collegato con rete di distribuzione di acqua irrigua con o senza elementi nutritivi (fertirrigazione).

 

Il sistema fuori suolo è stato adottato alcuni decenni fa per tre motivi.

 

Possibilità di programmare la coltivazione; facilità di raccolta; minore pericolo di infezioni da botrite.

 

Il costo di produzione è più elevato rispetto alla coltivazione sul terreno, come si fa in Alto Adige ma solo in Val Martello.

 

In Trentino mancano inoltre terreni liberi sufficienti e la maggiore remunerazione dell’allevamento a terra non induce gli agricoltori a rinunciare alla coltivazione fuori terra che fa risparmiare tempo e fatica. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato