Contenuto sponsorizzato

Biofarmaci per fermare il mal dell'esca e ila morte delle viti

La malattia è provocata da un insieme composito di funghi patogeni provoca il deterioramento del legno e il deperimento delle viti seguito da morte lenta o improvvisa
Dal blog di Sergio Ferrari - 16 aprile 2019 - 20:42

Remedier o Patriot e Vintec sono i nomi commerciali di due agrofarmaci a base di Trichoderma asperellum e Trichoderma gamsii e di Trichoderma atroviride ceppo SC1.

 

I principi attivi sono rappresentati da funghi selezionati in laboratorio, attivi in sede preventiva contro il mal dell’esca della vite.

 

La malattia provocata da un insieme composito di funghi patogeni provoca il deterioramento del legno e il deperimento delle viti seguito da morte lenta o improvvisa.

 

Nel secondo caso si parla di apoplessia o di colpo apoplettico.

 

Si sa da sempre che spore e micelio delle varie specie di fungo agenti del mal dell’esca penetrano nelle viti attraverso ferite di potatura o da taglio.

 

Entrambi i formulati devitalizzano il patogeno nella fase di penetrazione.

 

I prodotti vanno distribuiti in sospensione acquosa subito dopo la potatura delle viti.

 

Il trattamento preventivo va eseguito iniziando dai primi anni di età del vigneto. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.39 del 23 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 06:01

L'assessora conferma: ''Abbiamo chiesto all'azienda una valutazione sulla nuova organizzazione. E' necessario capire i risultati della sperimentazione per eventualmente rimodulare e rivalutare i modelli''. E in Apss si pensa a dove recuperare risorse. Primo tema da discutere i punti nascita periferici a fronte di cronicità e vecchia veri temi del prossimo futuro

25 maggio - 08:37

E' successo a Egna. Ad essere trasferiti al carcere di Bolzano sono stati due 40enni di Mori e Mezzocorona. Il giorno prima avevano rubato un'auto a Rovereto 

24 maggio - 18:59

Viene da chiedersi cosa avrebbero fatto i membri della giunta se le signore fotografate da Ivan Cristoforetti e messe su Twitter con frasi del tipo ''gran figueria'' o ''festa della prugna'' fossero state loro parenti. O se oggetto degli insulti (per i quali è stato bannato da molti) lanciati dallo stesso braccio destro di Spinelli fossero state persone a loro vicine. Forse avrebbero capito che questo è proprio quel tipo di comportamenti che nelle scuole ai nostri figli cerchiamo di spiegare che è sbagliato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato