Contenuto sponsorizzato

Cantine Ferrari, eccellente il vino base di alta collina

La Cantina Ferrari Spumante che produce diverse migliaia di bottiglie inizia invece già in marzo e prosegue partitamente, secondo il tipo di prodotto, fino a luglio
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 07 giugno 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

L’operazione di riempimento delle bottiglie con aggiunta misurata di zucchero e di lieviti da parte dei produttori di Trentodoc si esegue normalmente tra aprile e maggio.

 

La Cantina Ferrari Spumante che produce diverse migliaia di bottiglie inizia invece già in marzo e prosegue partitamente, secondo il tipo di prodotto, fino a luglio.

 

La qualità del vino base ricavata soprattutto dallo Chardonnay di alta collina (il riferimento è alla vendemmia 2019) è eccellente. Una delle migliori annate in quasi 40 anni di servizio alla Ferrari, dice il responsabile del reparto spumanti enologo Ruben Larentis.

 

Non si può dare lo stesso giudizio per il Pinot Nero che risulta inferiore rispetto allo Chardonnay.

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato