Contenuto sponsorizzato

Come nasce lo spumante Ferrari? Lo spiega l'enologo Ruben Larentis: l'ultima vendemmia raccolti 80.000 quintali di uva

In tutti i casi l’uva è stata controllata dai tecnici dell’azienda in tutte le fasi del ciclo produttivo. Il vino base è stato già travasato due volte ed è tenuto sotto controllo e fatto oggetto di periodici assaggi ed eventuali interventi di aggiustamento
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 09 febbraio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Nei primi mesi dell’anno tutte le cantine del Trentino che producono spumante classico  – sono più di 50 - dedicano attenzione all’evoluzione e all’affinamento del vino base prodotto quasi esclusivamente da uve Chardonnay e Pinot Nero. Ruben Larentis enologo che coordina le operazioni all’interno delle cantine Ferrari Spumante descrive gli interventi eseguiti finora ed anticipa quelli futuri.

 

Le Cantine Ferrari hanno raccolto dall’ultima vendemmia 80.000 quintali di uva provenienti dalle aziende di famiglia per il 15% e per l’85% da viticoltori singoli o associati a cooperative (circa 600). In tutti i casi l’uva è stata controllata dai tecnici dell’azienda in tutte le fasi del ciclo produttivo. Il vino base è stato già travasato due volte ed è tenuto sotto controllo e fatto oggetto di periodici assaggi ed eventuali interventi di aggiustamento.

 

Dopo la fine della fermentazione malolattica il vino base è conservato in recipienti di acciaio da 200-300 ettolitri o in botti di legno di rovere di Slavonia della capacità di 40 ettolitri. Importante, dice Larentis, è che il vino rimanga a contatto con i lieviti fini perché lo rendono più morbido.

 

Fra due mesi si procederà per fasi successive all’assemblaggio, operazione fondamentale per ottenere il massimo livello di qualità per le diverse tipologie di spumante che caratterizzano il paniere di offerta delle Cantine Ferrari. All’assemblaggio farà seguito il tiraggio (tirage) cioè la messa in bottiglia.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 11:01

L'allarme è partito alle 17 e lo hanno lanciato i due ragazzi inglesi che si trovavano in difficoltà, un 27enne e un 30enne. I due, partiti alle 3 di notte erano stremati (uno anche ferito) bloccati in parete, ma il cellulare non prendeva e le condizioni climatiche non permettevano grandi interventi dell'elicottero. Poi la situazione è peggiorata: ecco il racconto anche con le IMMAGINI

14 agosto - 12:19

Al 30enne gli è stato ordinato di rientrare in casa. Aveva comunicato all'azienda sanitaria la sua posizione ma aveva deciso di lasciare la quarantena anticipatamente 

14 agosto - 09:42

E' successo nei giorni scorsi quando alcuni cittadini hanno avvisato la società che gestisce il campo della presenza di una ventina di ragazzi che stavano giocando. Non ci possono essere assembramenti per evitare contagi da covid19 e la società ha deciso di chiudere il campo per una giornata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato