Contenuto sponsorizzato

Dalla distribuzione del miele alla riserva del genoma, rivalutate le funzione dei fuchi

Il ruolo dei fuchi si sta rivalutando in seguito a nuove esperienze e studi. E’ vero che soprattutto all’inizio i fuchi mangiano molto miele
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 13 January 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Nel gruppo di esperti della Fondazione Mach che si occupano di apicoltura è entrato all’inizio del nuovo anno un giovane dottorando di ricerca che nel prossimo triennio si occuperà di fuchi, cioè dei maschi delle api.

 

Le loro caratteristiche anatomiche ed il comportamento all’interno dell’alveare, dice Paolo Fontana coordinatore del gruppo, giustificano in parte la nomea di pigroni e di mangiatori a ufo di miele che finora è stata loro attribuita.

 

Il ruolo dei fuchi si sta rivalutando in seguito a nuove esperienze e studi. E’ vero che soprattutto all’inizio i fuchi mangiano molto miele.

 

Ma da adulti svolgono attività molto utili alla famiglia delle api. Riscaldano la covata, raccolgono il nettare dalle api operaie e lo distribuiscono ad altre api.

 

Alla funzione primaria di fecondatori delle regine si aggiunge il ruolo di riserva del genoma della razza.

 

Il dottorando di ricerca approfondirà queste ed altre funzioni svolte dai fuchi e studierà i modi per regolare la loro presenza numerica nell’alveare. In una famiglia forte i fuchi rappresentano il 5-10%.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 ottobre - 13:20
Manifestazione del Patt per dire no alla Valdastico – A31 con uscita a Rovereto. Il segretario Simone Marchiori "Nessuno è mai riuscito a [...]
Cronaca
17 ottobre - 13:50
L'incidente è avvenuto poco dopo le 12 di oggi, 17 ottobre, sulla via Luna Argentea nel territorio di Dro, un ragazzo ha perso l'appiglio mentre [...]
Cronaca
17 ottobre - 13:00
Inizialmente sembrava che i portuali dovessero tornare al lavoro già da oggi (17 ottobre), ma poi il Coordinamento dei lavoratori di Trieste ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato