Contenuto sponsorizzato

Dalla distribuzione del miele alla riserva del genoma, rivalutate le funzione dei fuchi

Il ruolo dei fuchi si sta rivalutando in seguito a nuove esperienze e studi. E’ vero che soprattutto all’inizio i fuchi mangiano molto miele
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 13 gennaio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Nel gruppo di esperti della Fondazione Mach che si occupano di apicoltura è entrato all’inizio del nuovo anno un giovane dottorando di ricerca che nel prossimo triennio si occuperà di fuchi, cioè dei maschi delle api.

 

Le loro caratteristiche anatomiche ed il comportamento all’interno dell’alveare, dice Paolo Fontana coordinatore del gruppo, giustificano in parte la nomea di pigroni e di mangiatori a ufo di miele che finora è stata loro attribuita.

 

Il ruolo dei fuchi si sta rivalutando in seguito a nuove esperienze e studi. E’ vero che soprattutto all’inizio i fuchi mangiano molto miele.

 

Ma da adulti svolgono attività molto utili alla famiglia delle api. Riscaldano la covata, raccolgono il nettare dalle api operaie e lo distribuiscono ad altre api.

 

Alla funzione primaria di fecondatori delle regine si aggiunge il ruolo di riserva del genoma della razza.

 

Il dottorando di ricerca approfondirà queste ed altre funzioni svolte dai fuchi e studierà i modi per regolare la loro presenza numerica nell’alveare. In una famiglia forte i fuchi rappresentano il 5-10%.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 12:31

Il leader carismatico della Lega ha provato il tutto per tutto in queste settimane di campagna elettorale cercando di raccattare anche l'ultimo voto tra citofoni, accuse di spaccio a negozianti, felpe di piloti morti, retorica del dolore (con Bibbiano che lo ha ripagato votando al 40% per il solo Pd). Ha schierato parlamentari e amministratori (anche trentini compreso il presidente della Provincia Fugatti), scattato e fatto scattare migliaia di selfie ma alla fine la gente ha riempito le urne 

27 gennaio - 15:50

Sabato scorso è arrivata da Roma la richiesta di istituire a livello locale una task force di coordinamento delle attività che si faccia carico, tra l'altro, anche della comunicazione relativa all’emergenza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato