Contenuto sponsorizzato

Gruppo Apofruit, un bilancio da 322 milioni che interessa anche il Trentino

La grande cooperativa ortofrutticola con sede centrale a Cesena vede nella base sociale anche la Società Frutticoltori Trentini che da qualche anno conferisce ad Apofruit le proprie mele biologiche
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 26 giugno 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il bilancio positivo del Gruppo Apofruit, la grande cooperativa ortofrutticola con sede centrale a Cesena, interessa anche il Trentino ortofrutticolo.

 

Della base sociale fa parte infatti anche la Società Frutticoltori Trentini (SFT) che da qualche anno conferisce ad Apofruit le proprie mele biologiche. 

 

Al di là dei numeri (322 milioni di euro nel 2017) interessa un passaggio significativo della relazione accompagnatoria del documento contabile.

 

“Un ruolo molto importante nei dati di bilancio hanno giocato i prodotti biologici. Un mercato che per Apofruit ha significato 100 milioni di fatturato con la prospettiva di un’ulteriore crescita. Numeri interessanti sta registrando anche il progetto dedicato ai piccoli frutti (lamponi, mirtilli, more, ribes) che nel 2017 ha superato i 1000 quintali  e il prossimo anno si appresta a raddoppiare le superfici dedicate”. 

 

Il marchio “Chicche di natura” sicuramente pertinente alla filosofia di Apofruit, dovrebbe invece frenare eventuali progetti di conferimento di piccoli frutti dal Trentino.

 

L’origine trentina dovrebbe infatti prevalere sulla convenienza economica del trasferimento ad Apofruit. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 dicembre - 05:01

Nelle valli, soprattutto durante la stagione invernale ed estiva, le organizzazioni criminali nigeriane, tramite il metodo mafioso, possono servirsi di connazionali che svolgono i lavori stagionali, per rispondere alla domanda di droga dei consumatori. D'Accordi: "Occorre chiedersi se il sistema sanzionatorio italiano sia adeguato a prevenire e contrastare questo fenomeno criminale'' 

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato