Contenuto sponsorizzato

I broccoli hanno attività antitumorale, quelli di Torbole vanno cotti al vapore

Il risultato più importante riguarda la concentrazione media nel broccolo di Torbole cotto a vapore di glucosinolati significativamente superiore a quello degli altri tipi di broccolo soprattutto nelle raccolte precoci
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 27 gennaio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Caratterizzazione compositiva del broccolo di Torbole” era lo scopo del progetto di ricerca che nel biennio 2017/2018 è stato condotto da Fulvio Mattivi e collaboratori della Fondazione Mach per incarico del comune di Nago Torbole.

 

Il 28 novembre 2019 il coordinatore della ricerca ha consegnato il resoconto finale. Il risultato più importante riguarda la concentrazione media nel broccolo di Torbole cotto a vapore di glucosinolati significativamente superiore a quello degli altri tipi di broccolo soprattutto nelle raccolte precoci.

 

Ai glucosinolati e ai loro metaboliti la ricerca medica riconosce una significativa attività antitumorale. Dall’indagine risulta che 100 grammi di broccolo di Torbole forniscono in media 138 micromoli di glucosinolati.

 

I ricercatori della Fondazione Mach hanno anche esplorato nuove attività non previste nella ricerca. Hanno messo a punto preparati a base di glucosinolati naturali.

 

Realizzato una vellutata di broccolo di Torbole disidratato che consente di utilizzare broccoli privi delle caratteristiche estetiche richieste al mercato fresco. Hanno infine studiato la carica salutistica di germogli di broccolo di Torbole nella prospettiva di un consumo a crudo.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato