Contenuto sponsorizzato

Il bosco trattiene i massi che scendono da Monte Celva e salvano la ferrovia della Valsugana

A trattenere i massi è il bosco ceduo che ricopre la montagna fin quasi alla cima situata a 1.080 metri. E' dimostrato, anche attraverso simulazioni software, nella tesi di laurea del trentino Tommaso Caldonazzi
Dal blog di Sergio Ferrari - 02 gennaio 2018 - 20:01

Negli ultimi 50 anni i sassi che rotolano dalle pendici del monte Celva non sono mai caduti sulla ferrovia della Valsugana che collega Trento con Bassano del Grappa passando da Villazzano, Roncogno e Pergine.

 

A trattenere i massi più o meno grossi e pesanti che pure si trovano lungo il pendio che sovrasta il torrente Fersina è stato il bosco ceduo che ricopre la montagna fin quasi alla cima situata a 1.080 metri.

 

Lo dimostra la tesi di laurea in Scienze forestali e ambientali presentata da Tommaso Caldonazzi a conclusione del corso di studi di durata quinquennale all’Università di Padova.

 

A questa conclusione il giovane laureando di Civezzano è giunto attraverso ripetuti rilievi diretti all’interno di un’area delimitata del monte Celva e di una serie di simulazioni a tavolino affidate a uno speciale software.

 

Il bosco ceduo esercita una funzione di barriera naturale anche se non è fatto oggetto di interventi selvicolturali da parte dell’uomo a causa della scarsa accessibilità e della pendenza.

 

Le ferite e gli schianti parziali causati dai massi in caduta ma trattenuti dalle piante bastano ad assicurare il rinnovo naturale del soprassuolo

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 21.00 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 06:01

Al momento dell'annuncio Ugo Rossi si è seduto al suo fianco. "Panizza uomo generoso, ha lavorato per l'autonomia e senza di lui non sarei nemmeno qui, non avrei raggiunto i vertici dell'amministrazione provinciale". Dopo il prossimo congresso tornerà ad essere un semplice iscritto

18 settembre - 20:31

I promotori chiedono a tutti i cittadini di sottoscrivere questo appello attraverso la petizione on-line sul sito www.votaperilclima.it.  La prima azione è quella di istituire un assessorato all'Ambiente e al Clima

18 settembre - 20:28

Dopo il diktat di Fugatti il movimento ha deciso di proseguire la strada con la coalizione. Bisesti: ''Ha prevalso il buonsenso''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato