Contenuto sponsorizzato

Il Trentino a tutto legno

L’11 novembre 1968, 49 anni fa, è stata inaugurata la sede dell’Istituto del Legno, sezione staccata a S. Michele all'Adige del Centro Nazionale delle Ricerche. Bruno Kessler era infatti convinto che l’Istituto del Legno avrebbe rappresentato una forza propulsiva per il territorio
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 10 dicembre 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

L’11 novembre 1968, 49 anni fa, è stata inaugurata la sede dell’Istituto del Legno, sezione staccata a S. Michele all'Adige del Centro Nazionale delle Ricerche (CNR).

 

Bruno Kessler che al tempo era presidente della Provincia di Trento e dell’Istituto Agrario di S. Michele era infatti convinto e insieme a lui gli estensori del primo Piano Urbanistico che l’Istituto del Legno avrebbe rappresentato una forza propulsiva per la valorizzazione del patrimonio forestale del Trentino.

 

Per questo la Provincia mise a disposizione terreni e capitale.

 

Il crescente utilizzo del legname nell’edilizia civile e rurale, le case in legno e il modello di pre-fabbricato resistente ai terremoti testimoniano l’efficace apporto dell’Istituto del legno che dalla metà degli anni ’90 è stato inserito con legge dello Stato in un nuovo ente denominato CNR Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree.

 

L’attività si è di molto ampliata verso l’arboricoltura e la genetica vegetale, pur mantenendo gli ambiti di ricerca del passato. In sigla si chiama IVALSA e sottende oltre al centro di ricerca di S. Michele altre tre sedi allocate a Sesto Fiorentino, Follonica e Catania.

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

28 ottobre - 17:47

Il rischio di impugnazione da parte del governo dell'ordinanza si è palesato quasi subito. Si è cercato, come più volte espresso dal presidente Maurizio Fugatti nel corso di una confusa conferenza stampa, di leggere tra le pieghe del Dpcm. Ora è arrivata la presa di posizione da Roma

28 ottobre - 17:23

Sono 100 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, mentre 6 pazienti sono in terapia intensiva. Si prevede la riorganizzazione dell'ospedale di Rovereto per fronteggiare la recrudescenza dell'epidemia da Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato