Contenuto sponsorizzato

Le api non temono il freddo ma la casetta va orientata con l'apertura a sud

All’interno del glomere la temperatura si mantiene costantemente sui 30 gradi ma quando escono, in primavera, devono farlo andando verso il sole
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 10 dicembre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Le api non soffrono il freddo, soprattutto se si tratta di freddo secco e le famiglie sono sane. Lo afferma Marco Facchinelli presidente dell’Associazione trentina degli apicoltori che fornisce altre informazioni sul comportamento delle api nell’alveare durante la stagione invernale. All’interno del glomere la temperatura si mantiene costantemente sui 30° grazie al calore sviluppato dalle api tramite il loro metabolismo.

 

Per contenere la dispersione di calore all’interno dell’arnia l’apicoltore può sostituire uno o più telaini con fogli di polistirolo. Una piastra dello stesso materiale viene posta sopra i telaini dopo aver eliminato il coprifavo che funge da coperchio dell’arnia.

 

E’ importante orientare le cassette con l’apertura rivolta a sud. A fine inverno le api che usciranno per raccogliere il polline dell’erica e dei noccioli andranno incontro al sole

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 febbraio - 14:42
Temperature anomale e la conseguente assenza di neve sono le principali cause. Basta osservare le temperature di ieri con alcune zone del Trentino [...]
Cronaca
05 febbraio - 13:21
Quando l'anziana è stata trasferita in Rsa la badante ha chiesto  il riconoscimento di una mole di ore che non le erano state ancora [...]
Cronaca
05 febbraio - 11:12
La donna si è ammalata di una patologia degenerativa quando Maddalena aveva solo tre anni. Sin da piccola, con amore e maturità, ha aiutato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato