Contenuto sponsorizzato

L'inventario dei castagni da frutto risale alle metà degli anni '90 e va aggiornato

Il catasto ha dato supporto a successivi interventi di rilancio e/o miglioramento della castanicoltura ma solo a livello di singole zone. Fabio Zanetti di Drena attuale presidente della Cooperativa castanicoltori trentini e dell’Alto Adige intende realizzare un progetto di rilancio complessivo della castanicoltura trentina
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 14 giugno 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Risale alla metà degli anni ’90L'inventario dei castagni da frutto” compilato da Oscar Fox, dottore forestale titolare di studio professionale che, per incarico della Cooperativa castanicoltori trentini e con il sostegno finanziario della Provincia di Trento ha rilevato la situazione esistente documentandola con mappe riferite alle diverse zone castanicole.

 

Il catasto ha dato supporto a successivi interventi di rilancio e/o miglioramento della castanicoltura ma solo a livello di singole zone.

 

Fabio Zanetti di Drena attuale presidente della Cooperativa castanicoltori trentini e dell’Alto Adige intende realizzare un progetto di rilancio complessivo della castanicoltura trentina.

 

La revisione e l’aggiornamento delle mappe è il primo atto necessario.

 

In accordo con il Servizio foreste e fauna della Provincia di Trento la cooperativa sta provvedendo all’invio delle mappe ai rappresentanti delle singole zone per le opportune modifiche o correzioni.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 11:41

Nella mattinata di giovedì 26 novembre si è tenuto un incontro tra il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e i sindaci dei due Comuni dell'Altopiano di Pinè (entrambi "zona rossa") Francesco Fantini e Alessandro Santuari. Il primo cittadino di Bedollo: "Abbiamo ottenuto conferma che se entro lunedì la situazione si stabilizza al di sotto del 3% dei positivi, l'ordinanza di zona rossa non verrà rinnovata"

26 novembre - 12:03

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.104 tamponi e registrati 292 nuovi casi positivi, 11 decessi. Sono 280 persone ricoverate, 40 i pazienti in terapia intensiva

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato