Contenuto sponsorizzato

Marzemino bianco resistente: nato dall'incrocio di Marzemino e Merzling

L’esperto di miglioramento genetico della vite Stefanini spiega i risultati finora raggiunti e quelli futuri delle ricerche in atto
Dal blog di Sergio Ferrari - 21 ottobre 2018 - 20:54

Molto interessante è risultata la relazione di Marco Stefanini ricercatore della Fondazione Mach intitolata “il Marzemino (vitigno) oggi e nel futuro” svolta nel corso della cerimonia di premiazione dei tre viticoltori vincitori del premio La Vigna Eccellente.

 

Partendo dal semenzale Teroldego X Schiava ritenuto precursore a metà del ‘700 degli attuali cloni del vitigno Marzemino, l’esperto di miglioramento genetico della vite ha informato il pubblico sui risultati finora raggiunti e di quelli futuri delle ricerche in atto. Teroldego, Nosiola e Marzemino sono i vitigni oggetto di ricerca. Numerosi i semenzali ottenuti finora incrociando Marzemino con vitigni portatori di geni di resistenza.

 

Il più interessante, ricavato dall’incrocio Marzemino X Merzling è un Marzemino bianco che dovrà assumere un nome diverso da quello della vite madre. Non potrà inoltre fregiarsi della DOC Marzemino Trentino.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 luglio - 19:21

Attacco a 360 gradi sulle scelte operate dalla giunta: dall’aumento delle tasse al bonus per la natalità che andrebbe ripensato, nel mirino anche “La riforma scolastica improvvisata” e l’eliminazione dal bilancio dei fondi per la cooperazione internazionale: “Un clamoroso autogol per il Trentino”

20 luglio - 15:42

Il leader del M5S lancia un messaggio distensivo all'alleato di Governo. Oggi Di Maio ha preso parte all'assemblea degli iscritti che si è tenuta a Trento al Centro Santa Chiara 

20 luglio - 12:58

Dopo la discussione social e la capogruppo della Lega accusata di diffondere notizie incomplete e di risposte con affermazioni molto pesanti, il movimento femminile del Patt prende posizione. La Lega ribatte e il Pd solidarizza con le stelle alpine: "Basta con questo linguaggio offensivo e becero del carroccio. Non attaccano sul contesto, ma in base a quello che fa più presa sull'elettorato"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato