Contenuto sponsorizzato

Mele in Trentino, la percezione sostituisce la realtà e guida i comportamenti, le scelte e i consumi. Serve più comunicazione

Alessandro Dalpiaz recentemente ha mostrato che il grado di fedeltà dei frutticoltori nell’applicazione delle linee guida contenute nel disciplinare di produzione integrata nella stagione 2019 è più o meno prossimo al 100% ma la percezione della gente è un'altra cosa
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 23 febbraio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Trentino Frutticolo Sostenibile è il titolo di una serie di riquadri che il direttore di Apot Alessandro Dalpiaz ha predisposto per dimostrare il grado di fedeltà dei frutticoltori nell’applicazione delle linee guida contenute nel disciplinare di produzione integrata nella stagione 2019.

 

I risultati sono più o meno prossimi al 100% per tutte le voci prese in considerazione. Ciò nonostante una percentuale di persone di varia estrazione professionale e sociale, tutti trentini, è ancora convinta che l’impiego necessario di agrofarmaci anche limitato nel numero degli interventi e soprattutto nella scelta dei principi attivi rappresenti ancora un pericolo per chi risiede in zone frutticole.

 

Il professor Roberto Della Casa che ha coordinato l’indagine e ha messo a confronto i risultati raccolti da 300 e 500 intervistati nel 2016 e nel 2019 è giunto alla conclusione che la percezione sostituisce la realtà e guida i comportamenti, le scelte e i consumi. C’è quindi ancora molto da fare nella comunicazione.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato