Contenuto sponsorizzato

Nidi artificiali per uccelli rapaci, un fattore per limitare topi e arvicole

Un nido di questo tipo costa da 100 a 120 euro e ne serve uno ogni cinque ettari di frutteto. Gli uccelli rapaci rappresentano uno dei fattori limitanti della popolazione di topi e arvicole che possono arrecare danni alle piante di melo soprattutto giovani
Dal blog di Sergio Ferrari - 08 febbraio 2018 - 20:12

Gli uccelli rapaci rappresentano uno dei fattori limitanti della popolazione di topi e arvicole che possono arrecare danni alle piante di melo soprattutto giovani.

 

Ma da soli non riuscirebbero a contenere del tutto l’infestazione. Lo afferma Paolo Pedrini, zoologo del Muse.

 

Sergio Abram  naturalista che unisce all’attività di ricercatore di pieno campo la capacità di divulgare con i libri quanto va scoprendo, insiste nell’affermare che la presenza dei rapaci dovrebbe essere assecondata esponendo nei frutteti nidi artificiali adatti ad ospitarli.

 

Un nido di questo tipo costa da 100 a 120 euro e ne serve uno ogni 5 ettari di frutteto.

 

Per Roberto Paternoster, frutticoltore di Ton nella bassa Val di Non, topi e arvicole sono numerosi nella media e alta val di Non e non nella bassa perché le reti antigrandine impediscono ai rapaci di raggiungere topi e arvicole che si possono pertanto riprodurre a dismisura.

 

Questo non succede nella bassa Val di Non dove le reti non sono presenti.  

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 novembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 12:39

Il commissario Bertuol ha convocato l'assemblea dei soci con all'ordine del giorno l'elezione delle cariche sociali. Federcoop e assessorato valutano di allungare i tempi del commissariamento in attesa che la magistratura arrivi alla conclusione delle indagini preliminari

16 novembre - 23:12

A dare l'allarme la donna. Per alcune ore si è pensato che l'uomo potesse essere asserragliato all'interno della sua abitazione e quindi la frazione di Costa è stata completamente isolata e sul posto è stato mandato anche il negoziatore

17 novembre - 12:35

E' successo due giorni fa sulla linea 6. L'uomo ha finto di obliterare un ticket già utilizzato più volte. L'autista se n'è accorto e ne è nata una lite

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato