Contenuto sponsorizzato

Slow food, il Trentino batte l'Alto Adige. Pubblicata la guida per conoscere il ''Cibo buono, pulito e giusto per tutti''

La descrizione dei singoli presidi è accompagnata dall’elenco dei produttori e dei luoghi dove si possono acquistare o gustare. Nella penultima pagina è riprodotta la ruota delle stagioni che indica graficamente il periodo dell’anno nel quale i singoli presidi sono disponibili
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 19 December 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Cibo buono, pulito e giusto per tutti” è il titolo di un opuscolo pubblicato da Slow Food Trentino Alto-Adige dedicato ai presidi riconosciuti nelle due provincie a all’organizzazione dell’associazione fondata da Carlo Petrini.

 

Curatore della brochure è Sergio Valentini coordinatore regionale di Slow Food.

 

I  prodotti che si fregiano del marchio di riconoscimento sono 16: due dell’Alto Adige, 14 del Trentino.

 

Fanno capo al comitato regionale: 6 condotte, 6 comunità del cibo, 16 cuochi dell’alleanza che nei ristoranti promuovono il territorio attraverso cibo sano e autentico.

 

La descrizione dei singoli presidi è accompagnata dall’elenco dei produttori e dei luoghi dove si possono acquistare o gustare.

 

Nella penultima pagina è riprodotta la ruota delle stagioni che indica graficamente il periodo dell’anno nel quale i singoli presidi sono disponibili. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 15:48

La vicenda dell'improvvisa chiusura del quotidiano è stata centrale nella V commissione della Pat. Il presidente della Camera di commercio di Bolzano ha ripercorso le tappe dall'acquisizione alla serrata. Poi sono stati ascoltati anche i giornalisti e la parte sindacale 

28 January - 15:59

Lo storico locale della Cantinota di Padergnone ha definitivamente chiuso i battenti. La pandemia ha infatti dato il colpo di grazia ad una locanda familiare aperta dal 1933 e gestita ininterrottamente dai fratelli Bressan. Se ne va così un punto storico d'incontro per i trentini e i tanti turisti della Valle dei Laghi e delle Dolomiti di Brenta

28 January - 14:42

I militari hanno individuato la proposta di vendita della statua nel corso del quotidiano monitoraggio del web finalizzato alla ricerca di beni rubati, da parte di un privato residente a Muggia (Trieste)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato