Contenuto sponsorizzato

Il ristorante ''Terramia'' apre al parco San Marco: piatti di pesce, pasticceria napoletana e aperitivi a base di crostacei

Il ristorante si è trasferito da via Calepina. Mercoledì sera, dalle 19, ci sarà l'inaugurazione. Negli spazi dell'ex Chiesa saranno disponibili un centinaio di posti. In estate sarà utilizzato anche il parco all'esterno 

Di G.Fin - 18 dicembre 2017 - 17:47

TRENTO. L'ex Chiesa del parco di San Marco torna a rivivere. Mercoledì nell'antico palazzo chiuso da alcuni anni, aprirà i battenti “Terramia”, il ristorante che dal 2015 sta stregando gli amanti del pesce e che da via Calepina ha deciso di spostarsi per potersi ampliare.

 

Finalmente, dopo diversi mesi di lavori, mercoledì sera ci sarà l'inaugurazione. Un ristorante che due giovani, Luigi Coppola e Anna Colomba, hanno lanciato due anni fa come una scommessa importante con nel cuore la propria terra: Palma Campania in provincia di Napoli.

 

“Sono tante le persone che vengono a trovarci – ci spiega Luigi – e gli apprezzamenti per i nostri piatti non mancano mai. Così abbiamo deciso di trovare uno spazio più grande pur mantenendo comunque numeri che ci consentono di offrire un servizio attento e di qualità”.

 

I nuovi spazi, nel cuore del parco di San Marco, ospiteranno oltre che il ristorante anche un bar e la pasticceria “Dolce Terramia” aperta all'inizio di quest'anno sempre in via Calepina. Un servizio completo, insomma, colazione, pranzo e cena  con cucina a vista e apertura dalle ore 7 fino alle 24 .

I nuovi spazi dell'ex Chiesa sono stati completamente ristrutturati con una nuova illuminazione e un'attenzione particolare è stata data ad alcuni elementi storici presenti all'interno. L'entrata principale sarà da via San Marco. All'interno ci sono due sale, una più grande con 19 tavoli e un'altra più piccola con 6 tavoli, per un totale di un centinaio di posti.

“Accanto a queste due sale – ha spiegato Luigi Coppola – abbiamo anche lo spazio bar dove ci sarà la pasticceria con tantissimi dolci tipici del sud Italia e non solo. Saremo aperti a partire dalla mattina per le colazioni fino alla sera”.

Il punto forte rimarrà il pesce con piatti davvero gustosi e con un'attenzione particolare ai prodotti utilizzati. “Il pesce – ci spiegano i titolari – ci viene consegnato fresco ogni giorno”. Nello stile di Terramia, tutto il pesce verrà prima portato in visione ai clienti con l'utilizzo di un carrello a forma di barca e poi, dopo la scelta, cucinato.

Ma non ci sarà solo il pesce. Ci sarà anche un menù di “terra” con l'offerta di pietanze tipiche di diverse zone d'Italia.

 

Con l'arrivo di temperature miti verrà sfruttato anche il parco con alcuni tavoli esterni per poter pranzare all'aria aperta in totale tranquillità. “Ci impegneremo – hanno spiegato i titolari – assieme alle istituzioni e alcune associazioni per migliorare la vivibilità di questa bella zona della città facendola rivivere con iniziative che coinvolgeranno anche le scuole”.

 

L'impegno quindi è massimo e allo stesso tempo l'entusiasmo a Luigi e Anna non manca. A gestire il nuovo ristorante bar pasticceria ci saranno anche alcuni famigliari e sono state fatte tre nuove assunzioni. L'apertura della zona ristorante sarà dalle 12 alle 14,30 e dalle 19 alle 22.30.

 

Tra le tante iniziative che verranno portate avanti anche “Giovediamoci” l'occasione per un aperitivo serale a base di bollicine e crostacei. Spazio poi anche per le lauree.

 

Mercoledì, come già detto, al parco San Marco a partire dalle 19 ci sarà l'inaugurazione. Per tutti sarà offerto un buffer dolce e salato accompagnato da buon vino. Da giovedì ristorante, bar e pasticceria saranno in funzione. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 20:04

Da oggi si è deciso che per far finire in isolamento una classe non basta più solo un bambino ma ne servono due (alle superiori resta uno). A livello di contagio i positivi di oggi sono 207. Di questi oltre 110 sono a Trento e Pergine. Dati importanti anche per Rovereto, Levico Terme e Civezzano. Sono 48 i comuni dove si contano nuovi contagiati

23 ottobre - 17:54

Curioso caso nella mattina di venerdì 23 ottobre. Trento sud è stata interessata da un forte odore di gas, con diverse segnalazioni arrivate a Novareti e ai vigili del fuoco. Nell'aria in realtà si era disperso il prodotto odorizzante, utilizzato per dare il caratteristico sentore al metano

23 ottobre - 18:58

Le foto inviate a ildolomiti.it da parte di alcuni utenti mostrano situazioni a rischio contagio. In nessun caso viene rispettato il metro di distanza fisica. "Dovrebbero aggiungere carrozze ai treni ed invece pensano di aumentare i pullman che rimangono poi vuoti" 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato