Contenuto sponsorizzato

Protezione civile in piazza, l'esercitazione è spettacolare. Va in scena il terremoto e si attivano i soccorsi: i feriti tratti in salvo

Le iniziative in piazza Fiera nell'ambito della campagna nazionale "Io non rischio" che serve a sensibilizzare la popolazione sui comportamenti da tenere in caso di calamità. In mostra tra gli stand tutte le parti di cui si compone la macchina dei soccorsi trentina

Di db - 14 ottobre 2017 - 12:46

TRENTO. Stand, pannelli illustrativi, allestimenti di moduli abitativi, i mezzi in mostra e tutta la tecnologia che supporta i recuperi di persona, che permette le analisi sismiche e meteo, i droni che dall'alto fotografano la situazione di pericolo dotati di termocamere e capaci di valutare il rischio esplosione.

 

La Protezione Civile, che come in tutta Italia oggi anche in Trentino si mette 'in mostra' attraverso la campagna "Io non rischio", ha invaso piazza Fiera con tutta la sua organizzazione, coinvolgendo i cittadini in un'operazione di sensibilizzazione imponente.

 

Tra gli stand si possono scoprire tutti i settori di cui si compone la macchina dei soccorsi, il livello scientifico, quello tecnico, quello operativo che lavora direttamente sul campo. Sanitari, Vigili del fuoco, Unità cinofile, Soccorso alpino, Psicologi per i Popoli.

 

Il momento clou l'esercitazione. Quest'anno è l'effetto devastante del terremoto ad essere preso ad esempio. Il crollo di un'abitazione che si è accartocciata su se stessa, schiacciando un'automobile dentro un garage.

 

Dei figuranti si sono posizionati sotto e a fianco delle macerie. Si alza il drone per una prima ricognizione e una valutazione del rischio, poi intervengono i vigili del fuoco per un'ulteriore valutazione prima di permettere ai soccorritori di intervenire.

 

Soccorritori che raggiungono i feriti  e li allontanano dal pericolo, altri però devono essere estricati, sono imprigionati sotto le macerie. La prima ricerca è vocale, "C'è nessuno?", ma poi intervengono i cani, ciascuno con il proprio addestratore. 

La Protezione civile in mostra

 

Il primo riscontro positivo di un'unità cinofila viene poi verificato da un'altra unità cinofila: prima di mettersi al lavoro e scavare, rischiando la vita, è meglio essere sicuri. La concordanza delle due segnalazione dà il via all'estrazione.

 

E sasso dopo sasso si arriva al ferito che viene immobilizzato, estratto e consegnato a chi si occuperà della loro salute. Qui entrano in gioco gli psicologi che devono tranquillizzare le persone colpite ma anche carpire informazioni su altri possibili sepolti. In quelle situazioni la memoria può mancare, il trauma e lo shock possono confondere.

 

Questa esercitazione, spiegata nel dettagli dagli altoparlanti, è servita come dimostrazione del lavoro che svolge la Protezione civile sul campo. Un lavoro che purtroppo è stato necessario mettere in atto per davvero in situazioni reali, da ultimo per i terremoti che hanno colpito il Centro Italia e che ha visto anche i trentini impegnati nei soccorsi.

 

L'applauso finale, agli uomini e alle donne impegnate nell'esercitazione, ma anche ai cani che si sono insinuati tra le macerie, è stato un modo per sciogliere la tensione che tutta la piazza ha sentito reale anche se questa è stata solo un'esercitazione.

 

L'iniziativa andrà avanti fino a sera, aperta a tutti i cittadini che vorranno vedere con i propri occhi la prontezza e la capacità di quelli che in caso di pericolo intervengono a salvare vite umane. 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 19:10
Vertice tra Provincia, Upipa e Spes per l’analisi delle richieste che sono arrivate dal mondo delle case di riposo. L'assessora Stefania [...]
Cronaca
18 giugno - 18:58
Il sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige incassa una vittoria (''parziale'') sul fronte della condotta antisindacale da parte della [...]
Cronaca
18 giugno - 16:15
Lo ha annunciato il ministero per la Salute prolungando anche le misure di ingresso da India Bangladesh e Sri Lanka
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato