Contenuto sponsorizzato

Accoglienza profughi, nel 2016 è costata più di 12 milioni di euro. ''Soldi che si riversano sull'economia trentina''

Si tratta della somma dei 30 euro al giorno che lo Stato riconosce ad ogni richiedente asilo. Zeni: "Sono extra bilancio provinciale e le ricadute economiche investono le realtà locali"

Di Donatello Baldo - 31 gennaio 2018 - 17:15

TRENTO. I conti in tasca al sistema dell'accoglienza trentina arrivano dettagliati a seguito di un'interrogazione avanzata nei confronti della Giunta da dal consigliere leghista Maurizio Fugatti. Le tabelle si riferiscono al 2016 e la cifra complessiva è di 11.120.101, 08 euro

 

Tanti soldi che però non gravano sul bilancio della Provincia di Trento. "Ricordiamo che tali cifre sono ricomprese nelle risorse che lo Stato ci trasferisce per ogni richiedente asilo e che sono extra bilancio provinciale", precisa l'assessore Luca Zeni.

 

Anzi, tenuto conto che "sono in più" rispetto al bilancio della PAT, e considerato che le tasse pagate sul territorio trentino per una buona parte rimangono sul territorio, l'iniezione di più di 11 milioni di euro si riversa sull'economia locale.

 

"Sono sempre prudente su questa argomentazione - spiega Zeni - ma in effetti è così. Non vorrei si pensasse a un ragionamento di interesse su questa situazione, ma è indubbio che i soldi in più che arrivano dallo Stato vanno si riversano sull'economia trentina". 

 

La cifra in questione è infatti la somma dei 30 euro al giorno corrisposti dallo stato ai richiedenti asilo che nel 2016 erano presenti in Trentino. Soldi che non sono nella totale disponibilità dei singoli profughi ma che servono per la gestione dell'accoglienza. 

 

Significa affitti di case private, acquisti nei negozi locali, incarichi ad imprese del territorio. Dodici milioni di euro che entrano nelle tasche di realtà economiche trentine. A fronte di questa cifra, il pocket money dato direttamente ai richiedenti asilo ammonta a meno di 700 mila euro, soldi che comunque sono spesi qui.

 

Ma ecco l'elenco delle spese nel dettaglio: 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 17:12

Con una crisi in atto, intere regioni che sono state in lockdown, il virus ancora molto presente e i decessi in aumento ha senso spingere per attivare il comparto della montagna che, giocoforza come qualsiasi ambito turistico, vive dell'assembramento altrimenti può anche non aprire, o non è meglio spingere compatti per ristori all'altezza delle perdite che ci saranno, prima di tutto per ristoratori, albergatori, artigiani e tutto il mondo della montagna prima che gli impianti che comunque dal pubblico hanno sempre avuto rassicurazioni 

26 novembre - 16:34

Una anziana di 82 anni è stata investita nella serata di mercoledì 25 novembre lungo la strada che dalla frazione di San Costantino porta a Fiè allo Sciliar. L'investitore, alla guida di un'automobile nera, si è dato alla fuga, non prestando soccorso alla malcapitata. La donna è stata portata in elicottero all'ospedale San Maurizio di Bolzano, dove le è stata constatata la rottura del femore

26 novembre - 16:20

In un post condiviso su Facebook: "Faremmo volentieri in maniera differente, ma l'asporto con i rifugi è impossibile, noleggiare a distanza non ha senso, impartire lezioni di sci dal divano è assai riduttivo e non credo nemmeno che qualcuno pagherebbe per un giro in funivia in streaming”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato