Contenuto sponsorizzato

Adunata degli Alpini, città divisa in quattro zone: ecco dove sarà vietato circolare

Pronto il piano viabilità: sin dalla serata di mercoledì 9 maggio, parte della città verrà interdetta alla sosta ed alla circolazione veicolare e, in progressione, tale provvedimento si estenderà quindi ad aree geografiche sempre più estese

Di gf - 02 marzo 2018 - 19:45

TRENTO. Da giovedì 10 a domenica 13 maggio la 91° Adunata degli Alpini porterà a Trento migliaia di persone e questo renderà difficile garantire il traffico ordinario se non in determinate fasce orarie, per lo più notturne, e solo per gli autorizzati.

 

In vista di questo importante appuntamento è già stato preparato un piano ad hoc. Sin dalla serata di mercoledì 9 maggio, parte della città verrà interdetta alla sosta ed alla circolazione veicolare e, in progressione, tale provvedimento si estenderà quindi ad aree geografiche sempre più estese.

 

Lungo i perimetri della varie aree intercluse verranno predisposti varchi presidiati da personale ANA, Protezione Civile, Vigili del Fuoco e da personale della Polizia Locale che coordinerà i presidi.

 

L'invito alla cittadinanza, già lanciato dall'Ana e dall'Amministrazione comunale è quello di limitare l'uso della propria auto.

 

Sono diversi i provvedimenti di sicurezza che verranno adottati per regolamentare la chiusura delle zone e la viabilità, tanto in relazione agli eventi in calendario, quanto alla situazione orografica del nostro territorio urbano.

 

 

ISTITUZIONE DELLE ZONE DI CHIUSURA AL TRANSITO VEICOLARE

 

Secondo un dettagliato prospetto cronologico di tipo progressivo saranno attuate le chiusure della città, a sua volta suddivisa in quattro zone. In ogni zona saranno vietate, in tutto o in parte, la sosta e la circolazione veicolare a mezzi non autorizzati. Tutti gli accessi alle diverse zone saranno interdetti, mediante presidio composto da personale qualificato, ovvero con posizionamento di barriere e\o strutture fisiche. Nell’ambito del piano della viabilità sono state ipotizzate tre fasi cronologiche progressive secondo le quali verranno attivate le chiusure delle 4 diverse zone che interessano il centro urbano della città di Trento, e le aree limitrofe occupate dalla sfilata, dalla zona di ammassamento e dalla zona parcheggio pullman, nonché con riferimento alle aree oggetto di chiusure e di deviazioni straordinarie istituite nella sola giornata di domenica 13 maggio.

 

Le zone sono: “Zona Rossa” mercoledì 9 maggio, a partire dalle ore 20,00; “Zona Arancione” venerdì 11 maggio, a partire dalle 12,00; “Zone Blu e Verde” domenica 13 maggio, a partire dalle 5. In questa zona si svolgerà gran parte delle iniziative dell’adunata che riguardano i giorni precedenti la sfilata di domenica.

 

 

 

PRIMA FASE: Zona Rossa

Si prevede di vietare la sosta ed il transito a tutti i veicoli non autorizzati e non facenti parte dell’organizzazione. All’interno della zona sarà vietata la sosta anche ai residenti; potranno accedere i veicoli che devono effettuare gli approvvigionamenti agli esercizi commerciali e ai pubblici esercizi ma solo in una fascia oraria predefinita (05,00-08,00) .

 

Tutti gli accessi saranno presidiati nell’arco delle 24 ore da personale qualificato. Nella zona, ad eccezione degli spazi concessi all’Organizzazione, non saranno consentite altre occupazioni di suolo pubblico né ampliamenti di quelle esistenti. Sarà vietata ogni forma di commercio o somministrazione in forma itinerante. La zona rossa (superficie circa: 600.000 mq) comprende tutta l’area della zona a traffico limitato più le aree limitrofe poste a nord (piazza Dante) e a sud (c.so III Novembre fino al parco S. Chiara e piazza Fiera). In tale zona, oggetto di occupazioni di strutture da parte del COA e dei maggiori eventi, sarà interdetta alla sosta ed alla circolazione di tutti i veicoli non autorizzati (compresi i residenti ai quali saranno riservati alcuni spazi nei parcheggi di struttura) a partire dalle ore 20,00 di mercoledì 9 maggio 2018 e fino alle 23,00 di domenica 13 maggio. L’accesso alle strutture pubbliche e private all’interno dell’areapotrà avvenire esclusivamente a piedi. Il perimetro della zona, salvo eventi in corso, sarà percorribile dal servizio di trasporto pubblico fino alla giornata di giovedì.

 

Cosa viene attuato:

 

Divieto di sosta ai veicoli non autorizzati;

Divieto di circolazione per i veicoli non autorizzati;

Presidio diurno e notturno dei varchi di accesso;

Controllo interno delle occupazioni;

Garanzia del transito dei mezzi pubblici sulle vie perimetrali anche attuando senso unico di marcia ad eccezione delle giornate di sabato 12 e domenica 13 maggio;

Possibilità di accesso per gli autorizzati e per carico scarico solo nella fascia oraria 05,00-08,00 di giovedì, venerdì e sabato;

Divieto di vendita e somministrazione in forma itinerante;

Possibilità di sosta per i residenti in un parcheggio di struttura.

 

 

SECONDA FASE: Zona Arancio

Questa zona è limitrofa a quella rossa e sarà interessata da una significativa presenza di persone che partecipano alle iniziative dell’Adunata che riguardano i giorni precedenti la sfilata della domenica. A tal fine si prevede di consentire nell’area il transito ai veicoli del trasporto pubblico, dei residenti, degli autorizzati ad accedere alla zona rossa e di quelli che effettuano operazioni di carico scarico merci. All’interno della zona saranno istituiti dei sensi unici e saranno individuate delle specifiche zone destinate al solo carico scarico. Gli accessi saranno presidiati nell’arco delle 24 ore da personale qualificato.

 

Nella zona sono previste delle concessioni di occupazione di suolo pubblico per la vendita di merci e somministrazione di cibi e bevande secondo quanto indicato nell’apposito bando. Al di fuori di quelle autorizzate sarà vietata ogni altra forma di commercio o somministrazione in forma itinerante. La zona arancio (superficie circa: 2 kmq) comprende tutta l’area della Zona Rossa più le aree limitrofe poste a nord (fino a piazza Centa) , a sud (c.so III Novembre fino a viale Trieste) mentre ad ovest arriva a lambire il fiume Adige dal ponte di S. Giorgio a via Jedin). In tale zona, saranno concesse occupazioni di suolo pubblico per il commercio e la somministrazione in forma itinerante. Alcune delle vie saranno destinate al transito a senso unico mentre i varchi saranno presidiati per consentire l’accesso dei soli residenti e\o degli autorizzati a partire dalle ore 12 di venerdì 11 maggio 2018 e fino alle 23,00 di domenica 13 maggio. Sarà altresì consentito l’accesso ed il recesso ai residenti e ai parcheggi pubblici della zona per gli aventi titolo fino alla giornata di sabato 12 maggio.

 

Cosa viene attuato

 

Divieto di sosta ai veicoli non autorizzati;

Divieto di circolazione per i veicoli non autorizzati;

Presidio diurno e notturno dei varchi di accesso;

Controllo interno delle occupazioni;

Garanzia del transito dei mezzi pubblici eccetto sabato 12 e domenica 13 maggio;

Possibilità di accesso per gli autorizzati e per carico scarico solo nella fascia oraria 05,00-08,00 di sabato;

Divieto di vendita e somministrazione in forma itinerante;

I residenti muniti di pass potranno accedere recedere fino alla giornata di sabato salvo durante le manifestazioni organizzate;

 

 

TERZA FASE: Zona Blu (Ammassamento)

 

 

Questa zona è destinata ad accogliere i partecipanti alla sfilata della domenica e sarà interessata dalla presenza dei vari gruppi delle Sezioni ANA, dalle Fanfare e dalle Rappresentanze (Labari, Vessilli Gonfaloni istituzionali). A tal fine, sulle vie identificate nella zona Blu sarà vietata la sosta ed il transito a tutti i veicoli (compresi i residenti) per consentire la formazione delle varie compagini che sfileranno sul percorso. Gli accessi saranno presidiati nell’arco delle 24 ore da personale qualificato. Nella zona sono previste delle concessioni di occupazione di suolo pubblico per la vendita di merci e somministrazione di cibi e bevande secondo quanto indicato nell’apposito bando.

 

Al di fuori di quelle autorizzate sarà vietata ogni altra forma La zona blu (superficie circa: 400.000 mq) insiste quasi per intero all’interno della zona Arancio e si estende fino a viale Rovereto e a via Marsala. In tale zona, sarà predisposto il divieto di sosta con rimozione ed il divieto di transito a tutti i veicoli per consentire l’arrivo dei partecipanti alla sfilata. Al suo interno potranno essere concesse occupazioni di suolo pubblico per il commercio e la somministrazione in forma temporanea. Alcune delle vie saranno destinate al transito a senso unico mentre i varchi saranno attivi dalle 20,00 di sabato 12 maggio 2018 e fino alle 23,00 di domenica 13 maggio. Tutto il traffico cittadino proveniente da sud sarà deviato verso il quartiere della Bolghera e poi verso via Fiume quindi via Grazioli.

Sulle seguenti vie è previsto il divieto di sosta e fermata con rimozione forzata a partire dalle ore 20,00 di sabato 12 maggio: CORSO LAVORO SCIENZA, VIA VENETO, VIA ASILO PEDROTTI, VIA MARSALA, VIALE ROVERETO, VIA MILANO, VIA DEI MILLE, C.SO III NOVEMBRE, VIA ROVERETI, VIA MATTIOLI, VIA ENDRICI, VIA BRONZETTI, VIA D. CHIESA, VIA F. FILZI, VIA BEZZI, VIA GIUSTI VIA PERINI.

 

 

QUARTA FASE: Zona Verde

Questa zona è destinata alla sosta di tutti i pullman che arriveranno in città nella giornata di domenica 13 maggio e al divieto del transito veicolare cittadino al di fuori di quello in tangenziale, sull’asse collinare est (Madonna Bianca\Villazzano\Povo) e lungo la sponda ovest dell’Adige (S.P. 90 Ravina\Romagnano\Aldeno). A tal fine su parte di alcune vie si prevede di vietare la sosta ed il transito a tutti i veicoli (compresi i residenti) per consentire, il transito dei soli bus navetta che trasportano le persone dopo la sfilata e sino ai parcheggi. Gli accessi saranno presidiati nell’arco delle 24 ore da personale qualificato. Nella zona sono previste concessioni di occupazione di suolo pubblico per la vendita di merci e somministrazione di cibi e bevande secondo quanto indicato nell’apposito bando. Al di fuori di quelle autorizzate sarà vietata ogni altra forma di commercio o somministrazione in forma itinerante.

 

La zona verde prevede il divieto di transito ai veicoli che accedono al centro urbano nella giornata di domenica e delinea anche la zona a nord di Trento dedicata al parcheggio di circa 1500 pullman (*per le zone adibite a sosta pullman i divieti entrano in vigore dalle ore 20,00 di sabato 12 maggio). Agli accessi della città saranno attuate deviazioni in maniera tale da evitare il blocco totale della circolazione in Val d’Adige. Sono previsti, in collaborazione con le Polizie Locali dei comuni limitrofi, blocchi della circolazione al fine di limitare l’accesso all’area urbana: a Lavis, ad Albiano, a Pergine Valsugana, a Vigolo Vattaro, a Calliano e saranno precluse alcune delle uscite dalla tangenziale (n. 4-5-6-7-9). I soli pullman turistici in arrivo a Trento saranno indirizzati tutti in tangenziale e ad utilizzare l’uscita 4 quindi a percorrere via Sanseverino ove è prevista la zona per consentire la discesa dei partecipanti alla sfilata. Le vie Brennero, Bolzano e Alto Alto Adige nella giornata di Domenica sono riservate al solo transito delle navette parcheggi.

 

 

I provvedimenti viabilistici interesseranno zone della città, anche nel periodo antecedente le manifestazioni dell’Adunata, per consentire gli allestimenti in sicurezza delle strutture mobili e dovranno prevedere altresì divieti e limitazioni su spazi pubblici e alla circolazione stradale. In particolare già da lunedì 7 maggio non saranno più disponibili alcuni parcheggi di attestamento, quali: Parcheggio Ex Zuffo, Parcheggio Canestrini (Lung’Adige Monte Grappa), Parcheggio Sanseverino. 

 

A tal fine gli utenti saranno invitati a raggiungere la città utilizzando principalmente i mezzi di trasporto pubblico, atteso che gli unici parcheggi disponibili saranno quelli di via Monte Baldo (utilizzo solo dalle 06.30-20.00) ed in zona Sud (via Marinai d’Italia \ via Lidorno (Aeroporto).

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato