Contenuto sponsorizzato

Adunata, richiedenti asilo e volontari italiani uniti per mettere "i rifiuti al posto giusto"

Nelle isole ecologiche della 'zona rossa' collaboreranno i volontari italiani e una sessantina di richiedenti asilo. Da giovedì a domenica, è un'occasione preziosa per favorire l'integrazione

Foto Facebook Cinformi
Di Cinzia Patruno - 10 maggio 2018 - 20:14

TRENTO. E' un bell'esperimento a favore dell'intergrazione quello messo in atto dal Cinformi della Provincia autonoma di Trento durante la Novantunesima Adunata degli Alpini. La manifestazione ha reso necessario l'intervento di numerose forze, non da meno di quelle che si occuperanno di tenere pulita la città.

 

"Saranno una sessantina - spiega Maja Husejic di Atas Onlus in un video condiviso dal centro informativo per l'immigrazione provinciale - i richiedenti asilo coinvolti in questi giorni durante l'Adunata a dare una mano ai volontari italiani impegnati nelle isole ecologiche costituite lungo la zona rossa della città".

 

I bidoni cittadini sono stati tappati a favore dell'implementazione di isole ecologiche sparse nella cosiddetta 'zona rossa', quella corrispondente al centro storico. I richiedenti asilo affiancheranno i volontari italiani occupandosi di aiutare i numerosi visitatori (attese 600.000 persone) ad ottimizzare lo smistamento dei rifiuti. "Sono richiedenti asilo provenienti da diverse zone del mondo, prevalentemente dall'Africa, e ospiti delle strutture della nostra città che metteranno in pratica anche conoscenze che hanno acquisito durante i corsi di formazione e di italiano riguardo all'ottimizzazione della differenziata".

 

I ragazzi, che indossano un giubbino giallo fosforescente "saranno impegnati per tutti e quattro i giorni, a cominciare da giovedì per finire con la giornata di domenica, e lavoreranno a fianco dei loro colleghi italiani".

 

Naturalmente, l'auspicio è quello il lavoro congiunto favorisca l'intreccio di relazioni tra volontari e con la cittadinanza. "Al di là del lavoro operativo che andranno a svolgere– conclude Husejic -, sarà un'interessante occasione di fare relazione, di costruire esperienze, di ponti tra le persone per – chissà – far nascere nuove amicizie e collaborazione".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato