Contenuto sponsorizzato

Aggressione in Santa Maria, i carabinieri fermano e denunciano una persona. Indagini in corso

Sabato sera una turista è stato preso a bottigliate in Santa Maria Maggiore. Una persona è stata fermata e poi anche denunciata per ever fornito alle forze dell'ordine dei dati sbagliati

Pubblicato il - 05 marzo 2018 - 16:26

TRENTO. E' stata bloccata e denunciata in stato di libertà una persona durante il parapiglia e l'aggressione che sono avvenuti in zona piazza Santa Maria Maggiore sabato sera.

 

Intorno alle 19 un uomo era uscito dal bar ed era andato a prendere le sigarette in un distributore lì accanto. In un attimo è stato aggredito da un gruppo di nordafricani che poi si è dato alla fuga.

 

I Carabinieri di Trento sono prontamente intervenuti ed hanno bloccato ed identificato una persona in fuga, sulla cui partecipazione all’evento allo stato sussistono indagini.

 

Il soggetto è stato comunque fermato, identificato e deferito in stato di libertà perché ha fornito false generalità ai militari, i quali sono risaliti alla compiuta identificazione solo attraverso gli approfonditi accertamenti presso la Caserma di via Barbacovi.

 

L'uomo ha opposto una forte e decisa resistenza agli operanti in tutte le fasi dell’operazione, non arrecando peraltro lesioni ai militari. Sull’evento le indagini sono in corso a cura dei carabinieri di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

23 settembre - 16:12

L’esplosione si è verificata questa mattina in un supermercato a St.Jodok, sul versante austriaco del Brennero. Secondo la prima ricostruzione la causa dell’incidente sarebbe da ricondurre a degli operai che hanno inavvertitamente bucato un tubo del gas provocando la deflagrazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato