Contenuto sponsorizzato

Ambulante abusivo, sequestrate 300 anfore

L'uomo non era in regola con la licenza di vendita ma nemmeno con l'autorizzazione per lo spazio usato per il commercio 

Pubblicato il - 28 giugno 2018 - 08:38

NAGO. Stava vendendo anfore lungo la strada Nago-Torbole ma senza autorizzazione. A finire nei guai è stato un ambulante tunisino a cui sono state sequestrate ben 268 anfore.

 

L'operazione è stata portata a termine dalla Guardia di finanza con la collaborazione della polizia locale Alto Garda Ledro. Nata da una serie di controlli fatti dalle Fiamme gialle che hanno scoperto come l'uomo non fosse in regola non solo con lo spazio occupato lungo la strada per vendere la merce ma anche con la stessa licenza di vendita.

 

Da qui, in collaborazione con la polizia locale, si è proceduto con il sequestro della merce per un totale di migliaia di euro.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 13:44

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19e30 di ieri, all’altezza di un incrocio che permette di immettersi nella Strada provinciale 34. Nello scontro sono rimasti coinvolti due veicoli, il ferito più grave risulta essere un 33enne

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato