Contenuto sponsorizzato

Arco, per completare la passeggiata che porta al castello arriva anche l'elicottero

La struttura riaprirà i battenti al pubblico l’1 marzo, pronta ad accogliere nuovi turisti 

Di Francesca Piras (Liceo Cardarelli Tarquinia) e Andrea Della Sala (Liceo Prati Trento) - 21 febbraio 2018 - 20:22

ARCO. Ci sono voluti solo quattro giorni per completare l’opera di ripavimentazione del castello di Arco, lavoro portato a termine grazie all’ausilio di un elicottero, che ha trasportato i materiali necessari per la buona riuscita del lavoro di ristrutturazione.

 

 

L’impiego di un sistema di pavimentazione con ghiaia a vista ha permesso infatti di rispettare le richieste della sovrintendenza, garantendo le funzionalità e resistenza del calcestruzzo, e al tempo stesso un aspetto estremamente naturale.

Precedentemente ricoperto di ghiaia, il tratto appena ripavimentato copre una superficie di 600 m2, per una lunghezza totale di circa 200 metri e uno spessore di 10 cm.

Il Castello, importante rocca situata a precipizio su uno scoglio roccioso, storicamente attestato dal XII secolo e nei secoli abitazione di famiglie nobili della zona (si ricordano le occupazioni dei D’Arco e della Serenissima), riaprirà i battenti al pubblico l’1 marzo, pronto ad accogliere nuovi turisti pronti a vivere una singolare esperienza nell’antica roccaforte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 dicembre - 19:17

Sono stati pubblicati i dati Istat relativi ai nomi più gettonati. Si confermano (ancora una volta) quelli più tradizionali, con qualche singolare novità. Ecco tutti i dati, regione per regione

08 dicembre - 12:24

I forestali hanno riferito di segnalazioni di lupo pervenute anche questo autunno principalmente dalla porzione orientale dei territorio provinciale. Si sono registrati anche alcuni danni, per lo più su bestiame non protetto con recinzioni elettrificate

08 dicembre - 11:22

E' successo la scorsa mattina nel bresciano. L'autista è stato poi aiutato nella retromarcia dai vigili del fuoco e dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato