Contenuto sponsorizzato

Casapound contro Soros: ''Non è il benvenuto a Trento''. Oggi alle 15 sarà al Teatro sociale

Non si placano le critiche per l'arrivo in città del finanziere. Alle 15 sarà al Teatro sociale per parlare di Europa

Pubblicato il - 03 giugno 2018 - 10:09

TRENTO. E' in arrivo a Trento George Soros, il discusso magnate che alle 15 interverrà al Sociale per prendere parte all'incontro “Di quale Europa abbiamo bisogno?”. Parlerà quindi di Europa, ma anche della sua Ungheria dove è nato e dove ora il premier Orban ha deciso di far chiudere gli uffici della sua Open Society a Budapest.

 

Non si placano le critiche sul suo arrivo in città. Dopo gli interventi arrivati ieri da parte del presidente dell'associazione Italia-Israele e dal segretario della Lega del Trentino, oggi a intervenire sono i militanti di CasaPound che, per dare il benvenuto a Soros, hanno appeso uno striscione con la scritta : “Riprendiamoci la nostra sovranità, Soros non sei il benvenuto”.

 

"È vergognoso che uno speculatore che tanti danni ha arrecato alla nostra nazione venga invitato a un evento così importante. Accoglienza indiscriminata, distruzione della famiglia, governo dell'alta finanza - afferma Filippo Castaldini, responsabile di CasaPound Trento - sono solo alcune delle battaglie portate avanti da questo nemico dei popoli e delle nazioni”.

 

"Soros non è il benvenuto – conclude Castaldini - come non sono i benvenuti quei personaggi che vorrebbero distruggere ancora di più la nostra sovranità in nome dei mercati, della UE e delle oligarchie che in Europa decidono, come successo nelle ultime settimane, se un governo è gradito o meno”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato