Contenuto sponsorizzato

Catturata e radiocollarata l'orsa F20. Dallapiccola: ''Stiamo attendendo l'ok alle norme per la gestione di orsi e lupi problematici"

Il plantigrado era stato segnalato da un comportamento piuttosto confidenziale

Pubblicato il - 22 giugno 2018 - 12:16

TRENTO. La giovane orsa F20 la scorsa notte in val Genova è stata catturata con trappola tubo, radiocollarata e rilasciata sul posto dal personale del Corpo forestale trentino.

 

Il plantigrado era stato segnalato da un comportamento piuttosto confidenziale.

L'operazione che si è svolta nell’ambito della costante e attenta azione di monitoraggio e di prevenzione che l’Amministrazione provinciale conduce sulla popolazione di plantigradi.

Il radiocollare consentirà un controllo più stretto dell’animale e faciliterà l’adozione di eventuali misure dissuasive, con cani da orso o uso di munizioni in gomma

 

"La preoccupazione espressa dalla popolazione - ha commentato l'assessore Michele Dallapiccola - è per noi molto importante, nonostante a livello numerico gli episodi di orsi molesti siano in linea con gli anni precedenti, per questo abbiamo effettuato delle operazione tecniche supplementari. Naturalmente siamo in attesa di poter avere il via libera, a livello di Governo romano, alle misure che abbiamo proposto da tempo, sia con norma di attuazione che con un disegno di legge che andrà presto in Consiglio provinciale. Misure che ci permettano di gestire in maniera più efficace orsi e lupi problematici".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato