Contenuto sponsorizzato

Consegnati nel corso del Trento Film Festival 12 defibrillatori ad altrettanti rifugi trentini

Il progetto promosso dal Tavolo trentino della Montagna e coordinato da tsm-Accademia della Montagna. L'acquisto è stato reso possibile anche grazie la raccolta di fondi attraverso il libro "Montagne senza vetta. Il coraggio di sentirsi liberi" di Massimo Dorigoni.  Il contributo anche da parte del Rotary Club di Trento

 

Pubblicato il - 28 aprile 2018 - 20:32

TRENTO. Dotare i rifugi trentini, in particolare quelli più isolati o difficili da raggiungere, di un defibrillatore semiautomatico, strumento che può salvare la vita di tante persone. Questo l'obiettivo del progetto promosso dal Tavolo trentino della Montagna e coordinato da tsm-Accademia della Montagna che ha visto la consegna dei defibrillatori a 12 rifugi che hanno partecipato al progetto "Rifugio cardioprotetto".

La cerimonia ha avuto come teatro il Muse, nell'ambito del Trento Film festival: protagonisti i rifugi Tuckett e Pedrotti per il Brenta, Mandrone per l’Adamello, Altissimo per il Baldo, Setteselle per il Lagorai, Rosetta per San Martino di Castrozza, Maddalene per la Val di Non, Vaiolet e Roda de Vael per la Val di Fassa, Vallaccia per il gruppo dolomitico Vallaccia-Monzoni, Sandro Pertini per il Sassolungo e Malga Kraun per il Monte di Mezzocorona.

 

L'iniziativa è stata resa possibile dalla disponibilità di Massimo Dorigoni e dalle vendite del suo libro "Montagne senza vetta. Il coraggio di sentirsi liberi", con i racconti di alcuni tra i più forti alpinisti trentini. Attraverso la campagna nel corso del 2017 sono stati raccolti oltre 10 mila euro che hanno consentito l’acquisto dei defibrillatori per i rifugi, mentre 2 defibrillatori sono stati offerti dal Rotary Club di Trento.

 

A collaborare per la raccolta fondi anche l’Associazione ”Pernici della Piof" di Lizzana che ha collaborato nella raccolta fondi, dall’associazione “Millecentrini" della Valle di Fassa che ha donato l’importo per l’acquisto di un defibrillatore; molte le adesioni dei rifugi, in primis il rifugio Fuciade, già dotato autonomamente dell’apparecchio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 14:23

L'incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 9. Tre i ragazzi feriti, fortunatamente tutti in maniera lieve. Felicetti: ''Ci troviamo difronte a scenari estremi e nelle prossime ore è prevista altra neve e quindi bisogna agire in massima sicurezza. Alle 9.40 l'impianto era chiuso e abbiamo rimborsato il biglietto ai presenti''

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 13:44

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19e30 di ieri, all’altezza di un incrocio che permette di immettersi nella Strada provinciale 34. Nello scontro sono rimasti coinvolti due veicoli, il ferito più grave risulta essere un 33enne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato