Contenuto sponsorizzato

Davide Maran è scomparso il 25 marzo a Lubiana, avvistato anche a Belluno. L'appello della famiglia

L'appello della famiglia che chiede la collaborazione di chiunque abbia informazioni utili al ritrovamento del giovane studente

Pubblicato il - 06 aprile 2018 - 18:01

TRENTO. Dal 25 marzo scorso non si hanno notizie di Davide Maran, il ragazzo di 26 anni che si trovava a Lubiana per un master post-lauream. A segnalare la scomparsa sono stati nei giorni scorsi i familiari che, attraverso i social, hanno anche lanciato un appello chiedendo la collaborazione di chiunque abbia informazioni utili al ritrovamento del giovane studente.

Quello che si sa è che Davide la sera prima della scomparsa ha preso parte ad una serata nella discoteca Klub K4 di Lubiana. Da lì in poi si sono perse le sue tracce e il suo cellulare risulta non raggiungibile.

 

Il giovane ha capelli biondo scuro e occhi verdi, è alto 1,85 metri e pesa 62 chili. L'ultima volta che è stato visto indossava una giacca verde scuro, jeans, scarpe marroni e un berretto nero.

 

Proprio nelle ultime ore un falegname della provincia di Belluno, Gianluca Carbogno, giura di aver visto Davide Maran mentre stava facendo autostop lungo la statale 52 Carnica. Le segnalazioni, però, continuano a susseguersi.

 

Non mancano, ovviamente le ricerche portate avanti a Lubiana. Le autorità locali hanno riferito, infatti, che l'attività di ricerca sarebbe in corso attraverso anche il coinvolgimento del reparto dei sommozzatori all'opera nel fiume Ljubljanica, dove il giovane potrebbe essere accidentalmente caduto.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato