Contenuto sponsorizzato

Due ragazze rubano merce d'abbigliamento a "Scarpa & Scarpa", una viene arrestata con 300 euro di refurtiva

Le due giovani trentine hanno agito nel pomeriggio nel negozio di via Brennero. Una delle due donne (riconosciuta dalle forze dell'ordine) è riuscita a scappare

Pubblicato il - 08 marzo 2018 - 20:06

TRENTO. Aveva rubato una serie di capi di abbigliamento all'interno del negozio "Scarpe & scarpe" ma è stata rintracciata dai carabinieri che l'hanno arrestata. E' successo questo pomeriggio in via Brennero. Una ragazza di 27 anni, trentina, le cui iniziali sono H.G. si trovava nel negozio assieme all'amica 21enne C.V..

 

Le due giovani sentendosi sicure di non essere viste hanno cominciato a trafugare una serie di capi di abbigliamento e hanno provato a fuggire. Ma subito è scattato l'allarme e in zona si sono portati i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Trento che sono riusciti a fermare la prima ragazza mentre la seconda è riuscita a dileguarsi.

 

Addosso ad H.G. sono stati trovati circa 300 euro di merce d'abbigliamento, refurtiva che è stata restituita all'attività commerciale. La giovane donna è stata arrestata e portata a disposizione dell'autorità giudiziaria. Le forze dell'ordine sono sulle tracce anche dell'altra ragazza, già riconosciuta dai militari dell'arma.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 15:17

La denuncia della referente case di riposo, Piersanti: ''La struttura ha solo 10 posti letto accreditati come posti di sollievo a minore intensità assistenziale, gli altri sono sul libero mercato. Quindi solo per i 10 va rispettato il parametro assistenziale con le regole delle Rsa pubbliche''. A Mori si sono negativizzati 6 dei 14 ospiti positivi prima di venerdì

02 dicembre - 16:25

Grande lutto nella comunità trentina e nel ciclismo italiano per la perdita di Moser, capostipite di una famiglia che ha scritto pagine importanti delle due ruote a livello internazionale

02 dicembre - 13:31

L'ordine degli Infermieri ha scritto una lettera al presidente Fugatti e all'assessora Segnana chiedendo interventi concreti "Per mettere nelle condizioni giuridiche e deontologiche di poter continuare a garantire l’assistenza nel miglior interesse del cittadino e per valorizzare le competenze degli infermieri". Anche negli scorsi mesi l'Opi ha scritto alla Provincia sottolineando alcune preoccupazioni. Non è però mai arrivata una risposta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato