Contenuto sponsorizzato

Esce di casa e scompare. Donna trovata grazie ai droni dei vigili del fuoco di Trento

Intervento in appoggio alle forze venete. Gli esperti: ''Signora trovata su un sentiero, grazie a una videocamera molto potente''

Pubblicato il - 15 dicembre 2018 - 10:46

TRENTO. Un intervento decisivo quello dei droni del corpo permanente dei vigili del fuoco di Trento. È stato anche grazie alle nuove tecnologie in dotazione che ieri sono riusciti a portare a compimento il ritrovamento di una donna a Castelgomberto, nel Vicentino.

 

La notizia è apparsa oggi sui social media sul profilo della Protezione civile del Trentino: "Intervento a Castelgomberto con esito positivo del Nucleo droni del corpo permanente dei vigili del fuoco di Trento", recita il post e prosegue allegando l'articolo di cronaca dell'Eco vicentino che racconta la storia di una donna uscita di casa e "scomparsa nell'oscurità", ritrovata ieri mattina "grazie ai droni".

 

In particolare, secondo la testata veneta, la donna avrebbe "con ogni probabilità passato la notte all'addiaccio", non avendo dato notizie di sé da 24 ore, cioè da giovedì mattina. I soccorsi sarebbero stati allertati dalla famiglia della donna, che sarebbe uscita di casa senza effetti personali. La notizia del ritrovamento è arrivata prestissimo, assieme a quella della scomparsa: la signora, che avrebbe perso la strada nei boschi e nelle radure, è stata trovata "grazie all'ausilio dei videodroni".

 

E proprio questi ultimi fanno parte della dotazione del gruppo Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (Sapr) di Trento. "Siamo stati chiamati giovedì sera alle 22.40 dal comando di Vicenza per la ricerca di una persona cinquantenne che si era allontanata da casa - raccontano i ricercatori trentini - Siamo scesi in Veneto come sempre in due, un pilota e uno specialista, e abbiamo monitorato la montagna con gli infrarossi per tutta la notte,  fino alle 7. Dopo un'ora di riposo e dopo aver raccolto le testimonianze della borgata, abbiamo deciso di non battere la zona impervia, ma di concentrarci sui sentieri. Questa volta non abbiamo usato la termocamera, ma un'ottica molto potente e abbiamo avuto successo".

 

La signora è stata trovata "in buone condizioni, avvolta in una coperta, a cento metri in linea d'aria da una croce di quelle che ci sono al termine dei sentieri". "Dopo l'avvistamento abbiamo allertato il corpo nazionale dei vigili del fuoco e coordinato in volo il personale di terra" fanno sapere gli uomini del Sapr.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato