Contenuto sponsorizzato

Fumo dietro al quartiere Le Albere, incendio in un magazzino edile

Sul posto i vigili del fuoco permanenti che sono intervenuti per mettere in sicurezza l'area che si trova tra passaggio Sebesta e via Adalberto Libera

Pubblicato il - 10 marzo 2018 - 17:51

TRENTO. Il fumo si è alzato scuro proprio alle spalle dell'ultimo complesso de Le Albere, quello più abbandonato e lasciato a se stesso (ne avevamo scritto ancora un anno fa), posto a pochi metri di distanza dall'Hotel NH e dalla biblioteca universitaria. Proveniva da un magazzino di un'impresa edile che alla vista pare semiabbandonato e alquanto degradato.

 

Tra le ipotesi al vaglio delle forze dell'ordine c'è anche quella di un incidente causato da qualche senzatetto che si forse utilizza le strutture come riparo. D'altronde non si tratterebbe della prima volta: a maggio scorso da un capannone poco lontano si era sprigionato un piccolo incendio, anche in quel caso causato da delle persone senza fissa dimora che avevano avuto dei problemi con una fornelletta che aveva poi incendiato stracci e materassi usati per il riparo.

 

Questo pomeriggio le cose potrebbero essere andate in maniera simile. Quel che è certo è che la causa è dolosa, e che le fiamme si sono sprigionate previo un innesco. Il fuoco si è sviluppato da un edificio che si trova tra passaggio Sebesta e via Adalberto Libera e il fumo si è alzato denso dal sottotetto.

 

Capannoni, questi, che dovrebbero essere magazzini per materiale edile e dovrebbero appartenere a delle ditte ma che alla vista sembrano abbandonati con spiazzi disordinati e pieni di materiale. Insomma non un bel biglietto da visita per il quartiere più "in" della città. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco permanenti di Trento che hanno domato le fiamme e messo in sicurezza lo stabile e le forze dell'ordine che stanno accertando quanto accaduto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 04:01

I contagi all'interno delle Case di Riposo sono più diffusi rispetto la prima ondata anche se, in alcuni casi, con conseguenze meno gravi. Tra le criticità più sentite c'è la mancanza di personale. "Lo stiamo cercando anche fuori regione ma è molto difficile" spiega Francesca Parolari di Upipa. Massima attenzione anche sulle nuove strutture che da Rsa di transizione diventano Rsa Covid: "Non tutti possono offrire standard come quella di Volano soprattutto per la predisposizione dell'ossigeno"

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato