Contenuto sponsorizzato

I Nas sequestrano 4 chili di gelato: non è prodotto con pistacchio Dop

I pistacchi usati, pur essendo di Bronte, non avevano l'indicazione Dop come indicato invece nel cartellino della gelateria 

Pubblicato il - 17 giugno 2018 - 18:44

RIVA DEL GARDA. In bella vista c'era il gelato con il cartello “Pistacchio di Bronte Dop” ma purtroppo non era così. A finire nei guai è stata una gelateria di Riva del Garda il cui titolare è stato denunciato con l'accusa di frode in commercio.

 

Il pistacchio Dop per fregiarsi di questa certificazione deve superare dei controlli e dei disciplinari molto rigidi. Il prodotto che veniva venduto in gelateria, invece, pur essendo pistacchio di Bronte non aveva questa certificazione quindi l'indicazione “Dop” non sarebbe dovuta esserci.

 

La visita del Nas di Trento è avvenuta ad inizio giugno. Durante i controlli si è scoperto che la materia utilizzata per realizzare il gelato era stata fatta con pistacchi acquistati da una azienda siciliana ma che non aveva alcuna indicazione Dop come invece veniva indicato nel cartellino.

 

Da qui è scattato il sequestro del gelato, 4 chilogrammi e delle confezioni di materia che veniva usata per produrlo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 11:41

I tamponi analizzati sono 1530. I pazienti covid19 ricoverati in ospedale sono 16 e a questi si aggiunge una persona che si trova in terapia intensiva 

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
20 settembre - 11:26

Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco, il soccorso alpino e i sanitari. E' successo sul sentiero del “Tracciolino”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato