Contenuto sponsorizzato

Il Trentino resta in piedi grazie alla macchina dei soccorsi, oltre mille unità in campo per garantire la sicurezza

Nel momento della massima criticità il Trentino riesce sempre a mostrare il lato migliore. La macchina dei soccorsi è instancabile, ma tanta la solidarietà sui social, tantissimi i titolari di strutture ricettive e privati che mettono a disposizione un tetto alle persone che ne hanno bisogno

Di Luca Andreazza - 30 ottobre 2018 - 05:01

TRENTO. Pioggia e corsi d'acqua esondati, evacuazioni e paesi isolati, alberi abbattuti e raffiche di vento, scoperchiamenti, allagamenti e smottamenti. La casistica non lascia fuori praticamente nulla. Scuole, strade e tratte ferroviarie chiuse. Black out a intermittenza in praticamente tutti i territori. Sono ore difficili, ma la tempra trentina non manca, mai.

 

Ma nel momento della massima criticità il Trentino riesce sempre a mostrare il lato migliore. La macchina dei soccorsi è instancabile. Migliaia le unità in campo ormai da oltre 48 ore senza tregua per interventi di tutti i tipi per garantire la piena sicurezza e l'incolumità a tutta la popolazione. Madri e padri, ragazze e ragazzi che affrontano il rischio e si spendono in prima persona tra presidi e punti per monitorare la situazione e mantenere per quanto possibile la situazione sotto controllo.

 

Senza esclusione di colpi, senza badare a vento e pioggia. In piena emergenza, in apnea. A tutti loro un ringraziamento per quanto messo in campo in queste ore difficilissime e critiche, come abbiamo cercato di testimoniare in presa diretta tra articoli, foto e video. E come Il Dolomiti non possiamo che unirci ai tanti messaggi sui social di incoraggiamento, sostegno e riconoscenza a professionisti e volontari, tutti. Un grazie

 

Allestiti diversi punti di emergenza, come a Malè e San Bernardo, per chi non riesce a raggiungere la propria abitazione in quanto alcuni paesi sono isolati. 

 

E in queste ore difficili è tanta, tantissima, anche la solidarietà dei singoli. Si moltiplicano sui social i messaggi di titolari di alberghi e strutture ricettive, ma anche privati, che mettono a disposizione stanze e appartamenti, un tetto a tutte quelle persone che, purtroppo, hanno bisogno e necessità a causa dell'intensa perturbazione. Un'unità tra concittadini che è sempre un segnale importante di futuro.

 

Immancabili infine le testimonianze di affetto e vicinanza di quelle persone che hanno lasciato il Trentino per lavoro o che semplicemente hanno trascorso un periodo in vacanza. Tutti legati alla nostra terra e che seguono con apprensione l'emergenza.

 

L'allerta resta sempre alta e considerate le interruzioni e i problemi all'intera rete viaria provinciale (smottamenti e frane), il trasporto pubblico extraurbano funzionerà a servizio ridotto: non saranno garantiti orari e numero di corse. Il consiglio è di mettersi in viaggio solo per ragioni di strettissima necessità. Funzioneranno invece regolarmente i servizi urbani di Trento e Rovereto. La Protezione civile raccomanda la popolazione di non fermarsi sui ponti e lungo gli argini del fiume, ma anche di caricare i cellulari nel pre-evento e di chiamare il 112 solo per reali necessità e urgenze.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.39 del 23 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 12:48

Martina Loss: ''Porterò a Roma l'autonomia'', Sutto ringrazia la coalizione. Savoi: ''Ora lavoriamo per prenderci anche i comuni''

27 maggio - 12:12

Il Partito autonomista non ha espresso una sua preferenza per le elezioni suppletive e alla fine sono state 13.000 le schede bianche sui due collegi (un dato spropositato visto che un anno fa erano state 2.400). Giulia Merlo ha perso con Martina Loss per 5.000 voti e 9.000 sono andate ''perse''. Crollo del 10% dell'M5S

27 maggio - 11:24

L'ex presidente dell'Agenzia spaziale italiana supera nella sua lista Calenda e Kyenge. L'europarlamentare uscente Dorfmann riconfermato con 8.262 voti in Trentino, il candidato della Lega  Matteo Gazzini arriva a quota 5.244

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato