Contenuto sponsorizzato

Methenni con i figli in Tunisia, i passaporti sono stati rilasciati dal consolato tre giorni prima della fuga

Il consolato aveva rilasciato i passaporti tre giorni prima della fuga 

Pubblicato il - 29 aprile 2018 - 13:31

BOLZANO. Era stata programmata da tempo la fuga di Jamel Methenni, il padre di 33 anni, che domenica scorso è scappato da Bolzano assieme ai figli. Questo è quello che risulta dalle indagini che continuano ad essere portate avanti dalle autorità italiane.

 

Oggi si è venuti a conoscenza che l'uomo, assieme ai figli di 4 e 2 anni, è arrivato in Tunisia con passaporti che erano stati rilasciati giovedì 19 aprile, 3 giorni prima della fuga, dal Consolato tunisino di Milano. E' proprio quest'ultimo, con una nota ufficiale, a comunicarlo alle forze dell'ordine italiane.

 

L'altra notte l'uomo si è messo in contatto con la madre telefonicamente

 

(Ecco il video di Chi l'ha Visto? con l'intervista dello zio dei due bambini)

 

 

I passaporti italiani dei bambini erano invece rimasti a Bolzano in mano alla nonna che se li era fatti consegnare in passato dalla figlia.

 

Tutti elementi, questi, che assieme al seggiolino che è stato visto montato nel Ducato usato dall'uomo per fuggire, mostrano come sia stata programmata tempo prima la fuga. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 14:56

L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima di mezzogiorno. Le operazioni di soccorso sono durate più di due ore quando i due sono stati recuperati

27 settembre - 17:53

L’amico che era con l’escursionista precipitato ha tentato invano di rianimarlo. Purtroppo i soccorritori giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo

27 settembre - 09:37

L'attenzione sul comparto scuola resta comunque particolarmente alta. Anche se la scelta della Provincia resta quella di ridurre ai minimi termini le comunicazioni e non indica gli istituti con le classi in quarantena

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato