Contenuto sponsorizzato

Piazza Dante, il cane antidroga delle Fiamme gialle riesce a fermare due giovani

L’attività delle Fiamme Gialle si inquadra nel potenziamento dei servizi di prevenzione e repressione antidroga che le Forze di Polizia stanno effettuando nel capoluogo trentino

Pubblicato il - 26 agosto 2018 - 09:28

TRENTO. Il fiuto di Apiol, il cane antidroga delle Fiamme Gialle di Trento, va ancora a segno e riesce a fermare due 30enni per spaccio.

 

L'operazione si è svolta in piazza Dante nella giornata di ieri. Il fiuto di Apiol ha puntato due giovani di una trentina d’anni, di origini algerine che, perquisiti, non avevano sostanze stupefacenti.

 

I Finanzieri, vista l’insistenza di Apiol nel segnalare la presenza di droga, hanno subito pensato al classico caso di “odore spento”: lo stupefacente non c’era, ma i due soggetti fermati dovevano averlo avuto addosso prima.

 

È scattata immediatamente la perquisizione nel domicilio dei due algerini, in via Caproni a Trento, dove sono stati trovati una dozzina circa di grammi di cocaina pura, avvolta in piccoli di varie dimensioni, oltre a 1.120,00 euro in contanti. La droga, ove collocata sul mercato con sostanze da taglio, avrebbe potuto fruttare fino a 600 euro.

 

Al termine delle operazioni i due algerini sono stati denunciati alla Procura per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 19:15

Continuano a salire i contagi e i ricoveri tra le persone che hanno oltre i 70 anni. L'allarme arriva dai dati e dalle analisi fatte dall'azienda sanitaria trentina che mostrano un picco di contagi proprio nei prossimi giorni. Ferro: "Dei 686 morti avuti ne abbiamo più di 600 che sono collegati ad età superiori a 70 anni"

29 ottobre - 18:14

Sono stati analizzati 3.132 tamponi, 173 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta al 5,5%. In totale ci sono 118 pazienti in ospedale. Tra i nuovi positivi, 59 hanno più di 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato