Contenuto sponsorizzato

Polemiche per il video dei Bastard girato sulla Cima Tosa ma Rossi dà il suo 'patrocinio'. La band: "Noi amiamo la montagna"

Accusati di 'uso improprio' delle Dolomiti - come Bob Sinclar - erano stati citati dalla consigliera Borgonovo Re come esempio da non imitare. Ma il governatore condivide su Twitter il videoclip "versione Cima Tosa"

Di db - 13 aprile 2018 - 13:48

TRENTO. Prima la polemica sul raduno dei quad in alta quota a Falcade, con i prati devastati dalle sgommate, che fece imbestialire le associazioni animaliste, poi il concerto di Bob Sinclar sul monte Spinale con 3 mila e passa persone ad ascoltarlo. E ora i Bastard Sons of Dioniso tirati in ballo per il video sulla Cima Tosa.

 

La band trentina è stata citata da Donata Borgonovo Re, nell'intervento in Consiglio provinciale durante la trattazione della sua mozione sulla "montagna da bere". La consigliera chiedeva che episodi simili non accadessero più e che le amministrazioni limitassero maggiormente l'uso 'improprio' della montagna. 

 

"I Bastard Son of Dioniso - ha ricordato la consigliera - si sono fatti calare da un elicottero su Cima Tosa per girare un bellissimo video. Un volo del quale il Parco non sapeva nulla, un singolo evento che finché rimane singolo può anche andare bene, ma che succede - si è chiesta Donata Borgonovo Re - se questo evento apre la strada a mille altri eventi simili?"

 

La mozione presentata dalla consigliera del Pd è poi passata con i voti di tutta la maggioranza ma anche dell'opposizione, con la quasi totalità dei sì a parte qualcuno, pochi, che si è astenuto.  

 

Questo però non ha impedito al presidente Ugo Rossi di dare la sua benedizione ai Bastard: sul suo profilo Twitter ha postato il video del pezzo, scrivendo il titolo della canzone (Venti Tornanti) e sottolineando la location, "Cima Tosa version".

 

A modo suo, con questo tweet, si è smarcato dalla consigliera Borghonovo, dal Consiglio che ha approvato la mozione e ha dato il suo personale 'patrocinio' alla band locale, e proprio al video girato sul cucuzzolo della montagna che per arrivarsi si è dovuto alzare in volo l'elicottero. 

I Bastard Sons of Dioniso però si difendono dall'essere attaccati, proprio loro, di non rispettare le montagne. "In questi giorni, dopo l'uscita del nostro ultimo video, siamo balzati al centro di una bufera politica meritandoci foto in prima pagina con Bob Sinclair. Ridiamo", scrivono su Facebook.

 

"Venti tornanti è una canzone che parla del profondo rapporto che abbiamo con le nostre montagne. Da lì si doveva partire per mostrare a tutti coloro che ci seguono da dove arriva la nostra musica, ciò che la muove. Noi la Tosa l'abbiamo sempre vista nei panorami che più amiamo - scrive la band -  è sempre stata lì davanti, la più alta all'orizzonte, bianca e maestosa a fare la regina del suo mondo di rocce e nuvole".

 

 

"L'autorizzazione è stata concessa. L'elicottero non è atterrato, ma è rimasto in appoggio. Stazionando massimo trenta secondi per farci scendere e poi ripartire. Il volo totale da Madonna di Campiglio alla cima è circa di tre minuti".

 

"Per l'inquinamento acustico, per le emissioni e le immissioni, vista la stagione, gli animali erano sicuramente più preoccupati per le migliaia di sciatori che dal fondovalle fino in cima alle montagne sciano per tutto il giorno, per tutti i veicoli che transitano giorno e notte, per gli elicotteri che giornalmente fanno la spola, per scopi medici e per scopi turistici".

 

"Lo stesso Parco Naturale dell'Adamello-Brenta, che tutela questo bene comune, utilizza gli elicotteri, per video promozionali e documentari", spiega la band sempre su Facebook. "Ecco, questo è il nostro pensiero - affermano - e ci sembra pulito: ci dispiace non sia arrivato così a tutti".

 

"Ci sentiamo di aver rispettato Cima Tosa - scrivono - di averla lasciata come l'abbiamo trovata. Non sentiamo di aver conquistato senza fatica la montagna. Perché la stiamo ancora scalando - concludono - con la nostra passione per la musica, e l'amore per il nostro territorio".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 16:16
Il totale resta quindi a 5.495 casi e 470 vittime da inizio epidemia. Sono 4.983 i guariti da Covid-19. Sono stati analizzati 1.196 (340 letti da Apss, 584 da Cibio e 272 da Fondazione Mach) tamponi, nessun test è risultato positivo
05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato