Contenuto sponsorizzato

Presa a pugni e rapinata in casa, 85enne trasportata in ospedale

E' successo ieri pomeriggio a Levico. L'anziana si trovava a casa quando è suonato il campanello. Aperta la porta si è trovata davanti l'aggressore che le ha dato un pugno in pieno volto facendola cadere a terra

Pubblicato il - 11 ottobre 2018 - 08:08

LEVICO. Paura a Levico ieri pomeriggio per una donna di 85 anni, aggredita e rapinata da un uomo. E' successo attorno alle 15.30 quando l'anziana si trovava nel suo appartamento al piano terra di una palazzina. Dopo aver sentito il suono del campanello di casa ha aperto la porta e si è trovata davanti un uomo che le ha sferrato un pugno in pieno volto facendola cadere a terra tramortendola.

 

L'aggressore è quindi entrato in casa e si è diretto verso la borsetta dell'anziana rubandole dei soldi. Senza cercare altro è poi fuggito. Quello che stava accadendo non è però passato inosservato e la fuga dell'uomo è stato vista da alcuni passati che si trovavano sul posto. Sentendo poi le richieste di aiuto della donna, sono stati immediatamente avvisati i soccorsi sanitari e i carabinieri.

 

Sul posto di sono portati i militari della compagnia di Borgo che hanno effettuato i primi rilievi e raccolto le prime testimonianze. L'aggressore dovrebbe essere un uomo dai 40 ai 50 anni.

 

L'anziana di 85 anni è stata immediatamente soccorsa dai sanitari e trasportata al pronto soccorso di Borgo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

29 ottobre - 18:45

Mentre in Alto Adige Kompatscher si è adeguato alle norme nazionali mettendo in sicurezza i suoi ristoratori ed esercenti per quanto riguarda l'accesso ai contributi (dopo aver preso atto che con meno clienti in circolazione non conveniva restare aperti con i rischi sanitari che ci sono) il Trentino continua con lo scontro con Roma: ''Alle 18.10 noi ancora non abbiamo visto nessuna atto ufficiale di impugnazione''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato