Contenuto sponsorizzato

Presa a pugni e rapinata in casa, 85enne trasportata in ospedale

E' successo ieri pomeriggio a Levico. L'anziana si trovava a casa quando è suonato il campanello. Aperta la porta si è trovata davanti l'aggressore che le ha dato un pugno in pieno volto facendola cadere a terra

Pubblicato il - 11 ottobre 2018 - 08:08

LEVICO. Paura a Levico ieri pomeriggio per una donna di 85 anni, aggredita e rapinata da un uomo. E' successo attorno alle 15.30 quando l'anziana si trovava nel suo appartamento al piano terra di una palazzina. Dopo aver sentito il suono del campanello di casa ha aperto la porta e si è trovata davanti un uomo che le ha sferrato un pugno in pieno volto facendola cadere a terra tramortendola.

 

L'aggressore è quindi entrato in casa e si è diretto verso la borsetta dell'anziana rubandole dei soldi. Senza cercare altro è poi fuggito. Quello che stava accadendo non è però passato inosservato e la fuga dell'uomo è stato vista da alcuni passati che si trovavano sul posto. Sentendo poi le richieste di aiuto della donna, sono stati immediatamente avvisati i soccorsi sanitari e i carabinieri.

 

Sul posto di sono portati i militari della compagnia di Borgo che hanno effettuato i primi rilievi e raccolto le prime testimonianze. L'aggressore dovrebbe essere un uomo dai 40 ai 50 anni.

 

L'anziana di 85 anni è stata immediatamente soccorsa dai sanitari e trasportata al pronto soccorso di Borgo.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 05:01

L'assessore all'Istruzione delinea le coordinate della riforma: ''Punteremo sull'apprendimento linguistico in tenera età e sulla valorizzazione delle competenze dei professori''

23 febbraio - 11:50

Cinque associazioni hanno sottoscritto una lettera di protesta nei confronti della decisione della Provincia di bloccare il progetto di accoglienza per 24 donne ospitate a Lavarone e che saranno trasferite a Trento 

22 febbraio - 20:00

Nei prossimi mesi anche l'Arcidiocesi di Trento aprirà un nuovo sportello contro gli abusi interni alla chiesa. Nell'ultima relazione fatta dalla diocesi di Bolzano - Bressanone i casi di abusi sessuali e violenze sono stati undici  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato